Roma Maxima 2014: vince Alejandro Valverde Roma Maxima 2014: vince Alejandro Valverde

Roma Maxima 2014 a Alejandro Valverde che arriva tutto solo davanti al Colosseo dopo un’azione spettacolare insieme a Domenico Pozzovivo sullo strappo decisivo di Campi di Annibale. In realtà il folletto italiano aveva scollinato

Giro d’Italia 2014: seguici su Nanopress!

Percorso Giro Italia 2014 con tappe

Avrete sicuramente notato che Suipedali ha terminato gli aggiornamenti e le news lo scorso marzo: non ci siamo estinti, ci siamo semplicemente trasferiti su Nanopress.it andando a formare la redazione sportiva dedicata al mondo del ciclismo. E’ arrivato il momento di comunicarlo ufficialmente anche per chi cerca informazioni e per chi non comprende questo stop. Affinché nulla cambi, tutto deve cambiare e così potrete continuare a leggere i nostri articoli e – novità di quest’anno – a seguire il nostro video-diario dal Giro d’Italia 2014, dalle pagine di Nanopress Ciclismo News. Seguiteci numerosi!

Leggi l'articolo

Dubai Tour 2014 a Taylor Phinney

Taylor Phinney

Taylor Phinney si aggiudica la prima edizione del Dubai Tour che si è corsa sotto l’organizzazione di RCS Sport ossia con la stessa “base” del Giro d’Italia. L’americano più amato dall’Italia delle bici vince così la sua prima corsa a tappe, seppur mini e non così impossibile, e trionfa in popolarità insieme a Marcel Kittel. Il tedescone già dominatore degli sprint del Tour de France 2013 vince infatti tre volate e si dimostra essere il velocista numero uno del momento. Anche l’ultima frazione terminata proprio sotto il grattacielo più alto del mondo, il Burj Khalifa, ha visto il sigillo dell’uomo della Shimano. Seconda piazza per l’australiano Renshaw e terza per il nostro Andrea Guardini. In classifica generale, dietro a Taylor Phinney si sono piazzati il compagno di team Cummings a 15″, il danese Lasse Norman Hansen a 17″, Tony Martin a 23″ e Fabian Cancellara a 30″. Ovviamente la cronometro è stata fondamentale.

Leggi l'articolo

GP Costa degli Etruschi 2014 a Simone Ponzi

Gruppo ciclismo

Il GP Costa degli Etruschi 2014 a Donoratico ha dato ufficialmente il via alla stagione italiana e Simone Ponzi ha immediatamente bagnato il debutto dimostrando quanto è determinato e forte, più di quanto molte squadre immaginavano, visto che non riusciva a trovarsi un ingaggio. Il 27enne della Yellow Fluo è scattato in contropiede quando mancavano 2 chilometri all’arrivo, scegliendo il momento giusto per avvantaggiarsi quel tanto che bastava per non essere più ripreso. Gli altri quattro componenti della fuga sono stati riassorbiti dal gruppo che però non ha potuto far altro che giungere a otto secondi dal vincitore. Seconda piazza per Finetto che ha preceduto di un soffio Pasqualon e poi Rabottini. Da segnalare l’ottima prova anche del neo-pro Formolo che è scattato sul secondo passaggio del Torre Segalari.

Leggi l'articolo

Tour de San Luis 2014 a Nairo Quintana

Nairo Quintana

Nairo Quintana vince già: il folletto colombiano, secondo all’ultimo Tour de France 2013 si aggiudica infatti la piccola e già apprezzata corsa a tappe argentina del Tour de San Luis. L’ultima tappa è andata al nostro Sacha Modolo: il 26enne della Lampre-Merida ha regolato in volata nientemeno che Peter Sagan, sul traguardo di Terrazas de Portezuelo dove l’anno scorso aveva battuto sua maestà Mark Cavendish. I 148 chilometri della frazione finale hanno così messo la parola fine al San Luis che ha visto il nostro Domenico Pozzovivo migliore italiano al decimo posto e Vincenzo Nibali in fase di rodaggio con l’aggravante di una caduta che gli è costata l’infrazione di una costola. Quintana ha anche vinto una tappa: occhio, quest’anno punta dritto al Giro d’Italia 2014.

Leggi l'articolo

Tour Down Under 2014 a Simon Gerrans, terzo Ulissi

Tour Down Under 2014 tappa a Kittel

Il Tour Down Under 2014 va a Simon Gerrans: il padrone di casa legittima una condotta di gara aggressiva e agonistica e ri-vince l’importante mini-corsa a tappe che dà il la alla stagione ciclistica professionistica internazionale. La penultima tappa con arrivo in salita a Willunga Hill ha visto il successo dell’altro canguro Porte, ma ha visto pure un’ottima prestazione del nostro Diego Ulissi – secondo – che poi alla fine è salito sul podio finale sul terzo gradino (a 5″), dietro a Cadel Evans, secondo a un solo secondo di distacco. L’ultima frazione ha visto il successo in volata del tedesco Andrè Greipel (che aveva già vinto) davanti a Mark Renshaw (Omega) e Fenn (Omega).

Leggi l'articolo

Giro d’Italia 2014: le squadre invitate e iscritte

Presentazione 97mo Giro d'Italia 2014

È stato diramato l’elenco delle 22 squadre per il prossimo Giro d’Italia 2014 con le 4 invitate dall’organizzazione e le 18 iscritte di diritto. Non ci sono grosse novità rispetto alle previsioni con le italiane che potranno contare Cannondale e Lampre oltre che su Androni Giocattoli, Bardiani e Yellow Fluo. Iniziamo con l’elenco delle diciotto squadre UCI Pro Team che hanno non solo il diritto ma anche il dovere di prendere parte a tutte le principali competizioni del panorama ciclistico internazionale. Dopo il salto, tutte le equipe in ordine alfabetico con tra parentesi le rispettive nazionalità.

Leggi l'articolo

Vuelta di Spagna 2014: tappe e percorso

Vuelta di Spagna 2014 tappe e percorso

Vuelta di Spagna 2014 è ufficiale e si correrà ovviamente in terra iberica dal prossimo 23 agosto con partenza a Jerez de la Frontera fino al 14 settembre all’arrivo di Santiago di Compostela. Tantissime salite, poche tappe per velocisti e un percorso che strizza l’occhio agli uomini forti sulle pendenze così come a cronometro, dato che se ne affronteranno due – per un totale di 44.5 km (compresa l’ultima frazione, la finale) – e una cronometro a squadre. Niente Madrid e otto arrivi in quota partendo da Cumbres Verdes en La Zubia (6a tappa) e poi via via con Valdelinares (9a), San Miguel de Aralar (11a), La Camperona (14a), Lagos de Covadonga (15a), La Farrapona (16a), Monte Castrove (18a) e Ancares (20a). In generale 13 tappe di media e alta montagna e solo cinque frazioni che si potrebbero concludere allo sprint. Scopriamone di più.

Leggi l'articolo

Astana: Vincenzo Nibali e Michele Scarponi per un 2014 super

Gara Ciclistica Tirreno Adriatico Settima Tappa

Dopo esser stati rivali per anni, Vincenzo Nibali e Michele Scarponi correranno insieme nel 2014 aiutandosi a vicenda a seconda degli obiettivi. Merito dell’Astana e della volontà del direttore sportivo Beppe Martinelli, che è riuscito nell’impresa di assicurarsi il marchigiano andandolo ad affiancare al campione siciliano. Insieme proveranno l’assalto al Tour de France 2014 che sarà il principale obiettivo di Nibali, con Scarponi che fungerà da gregario di lusso dopo aver vestito i gradi di capitano al Giro d’Italia 2014 in compagnia del giovane e promettente Aru. Un super team kazako, insomma, ma dal cuore e dal motore italiano.

Leggi l'articolo

Paolo Bettini lascia la Nazionale, incarico a Cassani?

paolo bettini nazionale italia copenhagen

Ora è ufficiale: Paolo Bettini lascia l’incarico di commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo per inseguire un altro sogno, un importante incarico che dovrebbe essere annunciato nei prossimi giorni e che dovrebbe interessare un team che farà capo ad Alonso. Il pilota di formula uno è grande appassionato di ciclismo e sta mettendo su un progetto di primo piano. Ora chi guiderà gli azzurri? Girano alcuni nomi come Beppe Martinelli, ma il più gettonato al momento è quello di Davide Cassani. Il popolare ex-corridore e commentatore della Rai potrebbe ricevere le redini del team come lasciato intendere dal presidente della Federciclo, Renato Di Rocco.

Leggi l'articolo

Calendario Cyclepassion 2014: le cicliste più belle [FOTO]

Calendario CyclePassion 2014

Il calendario CyclePassion 2014 è ufficiale. Eccoci con le foto del calendario più atteso del ciclismo: no, non è quello UCI ma quello CyclePassion con la versione 2014 che raccoglie le cicliste più belle del panorama internazionale, con 12 mesi ricchi di fascino e sensualità con le tedesche Dana Elena Schweika, Helen Grobert e Nadine Rieder, insieme all’austriaca Angie Hohenwarter, la scozzese Hannah Barnes e la giapponese Miki Libata che hanno prestato viso e soprattutto corpo alla causa. E’ possibile ordinare il calendario formato 40×68 cm a un prezzo di 39 euro sul sito ufficiale di Cyclepassion. Altre foto dopo il salto e il video dietro le quinte.

  • Calendario Cyclepassion 2014
  • Cyclepassion-2014-Gennaio
  • Cyclepassion-2014-Febbraio
  • Cyclepassion-2014-Marzo
  • Cyclepassion-2014-Aprile
  • Cyclepassion-2014-Maggio
  • Cyclepassion-2014-Giugno
  • Cyclepassion-2014-Luglio
  • Cyclepassion-2014-Agosto
  • Cyclepassion-2014-Settembre
Guarda le foto e leggi l'articolo

Chris Froome recupera dalla schistosomiasi

Tour de France 2013 Tappa 18

Chris Froome ritorna a pieno regime dopo aver recuperato da una malattia tropicala chiamata Schistosomiasi che si portava dietro addirittura dal 2009. Una notizia abbastanza sorprendente, visto che il britannico ha vissuto due stagioni straordinarie nonostante questa patologia tropicale. Lo ha comunicato lo stesso ciclista della Sky che ha confermato che la parassitosi non è più presente all’interno del proprio organismo: “E’ una notizia davvero fantastica per me, sono guarito finalmente dalla schistosomiasi e non mi devo più preoccupare. Mi era stata diagnosticata nel 2009, ma per fortuna l’ultimo test ha dato esito negativo“.

Leggi l'articolo

Squadre Pro Tour 2014: il gotha del ciclismo

Giro d'Italia 2013 Sesta Tappa

L’UCI ha comunicato l’elenco delle squadre che il prossimo anno potranno vantare la licenza Pro Tour 2014 che apre al diritto/dovere di partecipare alle gare più importanti del circuito sia le corse di un giorno come le Grandi Classiche sia le grandi corse a tappe come Giro d’Italia, Tour de France e Vuelta di Spagna, ma anche le mini corse a tappe. Tra le diciotto ecco anche la Lampre-Merida, la Cannondale (ex Liquigas), che saranno della partita e anche l’Astana di Vincenzo Nibali, mentre la Yellow Fluo di Scinto ha ottenuto la licenza Professional. L’unica novità sostanziale riguarda l’Europcar che va ad aggiungersi alle 17 già presenti l’anno scorso.

Leggi l'articolo

Danilo Di Luca radiato, ma continua a parlare

Danilo Di Luca

È curioso il fatto che Danilo Di Luca, radiato per doping dopo l’ennesima positività, continui a parlare e a commentare le vicende che lo riguardano quando farebbe meglio a ritirarsi a vita monacale o comunque ad allontanarsi anni luce dal ciclismo. Ad ogni modo, l’abruzzese ha affermato che “Ero io che dovevo pagare per tutti, ho fatto tante cose per primo. So che chi mi conosce davvero sa che ho vinto quello che potevo vincere, ad esempio non ho mai vinto una cronometro ai 60km/h mentre qualcun altro sì e lo sta ancora facendo“. Insomma, sempre la solita manfrina fastidiosa e inascoltabile. La radiazione è arrivata colpevolmente in ritardo per lui. E anche per molti altri sia ben inteso.

Leggi l'articolo

Tour de France 2015: partenza da Utrecht in Olanda

Tour de France 2015 partenza

Il Tour de France 2015 darà il via nientemeno che dall’Olanda: la partenza sarà infatti data da Utrecht con una cronometro di 13.7 chilometri nel cuore della città universitaria, come anticipato dal quotidiano sportivo francese L’Equipe che può contare su “informatori” direttamente all’interno dell’organizzazione della corsa gialla. Sarà un inizio orange per la sesta volta per il grande ricciolo che prima dell’edizione numero 102 era già transitato da Àmsterdam (1954), Scheveningen (1973), Leiden (1978), Hertogenbosch, 1996, e Rotterdam (2010). Ricordiamo che l’anno prossimo il Tour de France 2014 partirà dall’Inghilterra. Sempre più internazionale.

Leggi l'articolo

Arnaud Coyot muore in un incidente stradale

Arnaud Coyot

Brutta notizia che arriva dalla Francia: l’ex corridore professionista Arnaud Coyot è infatti morto a seguito di un incidente stradale in una situazione ancora tutta da definire e con cause ancora da accertare nel dettaglio. Aveva corso soprattutto in patria per team come Cofidis, Unibet, Caisse d’Epargne e Sojasun. Cordoglio da parte dell’intero movimento ciclistico internazionale per un ciclista che di certo non era noto per vittorie significative, ma che all’interno del gruppo aveva tantissimi amici a partire da chi ci ha corso insieme e a chi l’ha avuto come gregario come lo spagnolo Alejandro Valverde.

Leggi l'articolo
Seguici