Percorsi gravel, i migliori itinerari in Italia

Il cicloturismo raccoglie sempre più consensi, così come le bici gravel: ecco, quindi, alcuni dei percorsi migliori d’Italia

Percorsi gravel, i migliori itinerari d'Italia
Percorsi gravel, i migliori itinerari d'Italia - Foto Shutterstock | di Soloviova Liudmyla


L’amore dei ciclisti per le bici gravel è in crescita esponenziale. Così come quello per i cicloturismo. Ecco quindi che la combinazione di questi due mondi rappresenta la fusione perfetta per scoprire l’Italia pedalando.

Il Belpaese, infatti, è pieno di percorsi gravel attraverso i quali dedicarsi al cicloturismo andando alla scoperta di luoghi incantati. Ma quali sono i migliori itinerari gravel d’Italia? Ecco alcuni dei percorsi da fare almeno una volta nella vita.

L’Eroica

Eroica
Eroica – Foto Shutterstock | di Edoardo Legnaro

Il percorso gravel per eccellenza. Si tratta de l’Eroica, circuito cicloturistico permenente nato dalla manifestazione dedicata al ciclismo di un tempo che offre strade bianche attraverso scoprire una terra di ricca di fascino come la Toscana.

Il percorso parte e arriva a Gaiole in Chianti, immerso nelle colline toscane, è ben organizzato e assistito, e si distingue in due tracciati percorribili tutto l’anno. Il primo misura 205 km ed è dedicato ad utenti un po’ più esperti mentre l’altro, da 135 km, può essere percorso dalla maggior parte dei ciclisti allenati.

La via Francigena

Via Francigena
Via Francigena – Foto Shutterstock | di Feel good studio

C’è ancora la Toscana tra i migliori percorsi gravel d’Italia. Quando si parla di cicloturismo, infatti, è impossibile non menzionare la Via Francigena, che da anni ormai si può fare anche in bicicletta. Qui, infatti, c’è uno specifico percorso segnalato e delle tracce GPS specifiche per chi pedala.

Un modo per scoprire un percorso storico, immerso nel verde e dal forte significato spirituale attraverso il quale godersi giornate in sella a contatto con la natura incontaminata.

Ciclovia dell’Oglio

Ciclovia dell'Oglio
Ciclovia dell’Oglio – Foto Shutterstock | di bikemp

Eletta la ciclovia più bella d’Italia agli Italian Greenroad Awards nel 2017, la Ciclovia dell’Oglio rappresenta uno di quei percorsi gravel che un appassionato a due ruote, almeno una volta nella vita, deve percorrere. Inaugurata nel 2013, si snoda attraverso 280 km partendo dai 1.883 mt. di quota del Passo del Tonale, al confine tra Lombardia e Alto Adige, circondati dai ghiacci dell’Adamello.

Il percorso scende poi toccando alcuni punti decisamente suggestivi come i boschi della Valle Camonica fino al Lago d’Iseo, i vigneti della Franciacorta e il Parco dell’Oglio fino a quando il fiume non si immette nel Po. Un itinerario da fare assolutamente.

GEA Bike Trail

GEA Bike Trail
GEA Bike Trail – Foto Shutterstock | di Fabio Lamanna

Dedicato a ciclisti esperti, la GEA Bike Trail è uno di quei percorsi gravel da affrontare in estate e dopo un buon allenamento. La Grande Escursione Appenninica – da qui l’acronimo GE – è un trekking di alte vie nell’Appennino Tosco-Emiliano, ideato da Reinhold Messner negli anni Ottanta e oggi conosciuto come Alta Via dei Parchi.

Con il tempo si è adattato anche ad essere percorso con le bici offrendo 600 km di scorci mozzafiato, 37 passi, 3 Parchi Nazionali, 7 parchi regionali e aree protette lungo il great divide italiano, per un percorso che somma il 60% single track, il 35% sterrato, 5% asfalto. Un’avventura riservata ai ciclisti esperti che cercano emozioni forti

Autore Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti.

Visualizza tutti i post di Matteo Vana →