Cicloturismo in Veneto: i migliori itinerari e percorsi da fare in bici

Per gli amanti del cicloturismo il Veneto è una delle regioni più interessanti: ecco i migliori itinerari da fare in bicicletta

Cicloturismo in Veneto, i migliori itinerari
Cicloturismo in Veneto, i migliori itinerari - Foto Shutterstock | TunedIn by Westend61


Il cicloturismo in Veneto, per i ciclisti, rappresenta una delle opzioni migliori possibile. Questa regione, infatti, può vantare tantissime piste ciclabili e i percorsi da fare in bici, tanto da essere una tra quelle con i migliori percorsi di cicloturismo in Italia.

Gli itinerari sono tutti situati in ambienti differenti e immersi nella natura, perfetti per le bici da trekking ma anche per chi ama le mountain bike. Inoltre la maggior parte degli itinerari sono composti da percorsi ciclopedonali o ciclovie. Ecco, quindi, quali sono i migliori itinerari per il cicloturismo in Veneto.

Ciclovia delle Isole

Isola di Pellestrina
Isola di Pellestrina – Foto Shutterstock | Climber 1959

Uno degli itinerari più suggestivi da percorrere in bici è quello della Ciclovia delle Isole. Un percorso vario e adatto anche a ciclisti non esperti che copre circa 50 km tra vaporetti, isole, mare e laguna.

La partenza è fissata dal centro del lido di Venezia e si raggiungono  gli Alberoni. Da qui si sale sul ferry boat e si raggiunge l’isola di Pellestrina. Sempre in bici, poi, si attraversa tutta l’isola fino all’oasi di Ca’ Roman.

Dalle Dolomiti a Venezia

Coppia in bici sulle Dolomiti
Coppia in bici sulle Dolomiti – Foto Shutterstock | gorillaimages

Dalla montagna al mare. E’ questo l’obiettivo di chi percorre i 250 km di questo itinerario, uno dei più suggestivi per gli amanti del cicloturismo in Veneto, che parte da Cortina d’Ampezzo e scende lungo la pista ciclabile costruita su un’ex ferrovia, passando per i borghi montani del Cadore, il Lago di Santa Croce e le colline dove si produce il Prosecco DOCG.

Utilizzando la ciclovia attrezzata con segnaletica I4, si visita Conegliano con il suo castello medievale fino ad arrivare a Venezia, meta finale del percorso. Il consiglio è di seguire l’itinerario d’estate quando il clima è più mite.

Anello dei colli Euganei

Colli Euganei
Colli Euganei – Foto Shutterstock | Luca Lorenzelli

Tra i percorsi più suggestivi per il cicloturismo in Veneto c’è anche l’Anello dei colli Euganei. Un itinerario dedicato a ciclisti più esperti, che compie un anello completo intorno ai Colli Euganei e si svolge in buona parte su pista asfaltata, ma richiede un minimo di allenamento.

Si parte da Battaglia Terme passando tra le più belle ville venete ammirando Monselice e Este, per poi toccare Cinto Euganeo, Lozzo Atestino, Vò Vecchio e Bastia di Rovolon. Passata l’Abbazia di Praglia il percorso attraversa Montegrotto Terme per ritornare poi sul Canale Battaglia.

Girasile

Treviso
Treviso – Foto Shutterstock | Sebastiano Calanzone

Il percorso più famoso del Veneto, però, è Girasile. Perfetto per famiglie con bambini, questo percorso alterna tratti asfaltati e sterrato. L’itinerario, lungo circa 40 km, segue le sponde del fiume di risorgiva più lungo d’Europa e si snoda tra città d’arte, aree naturalistiche, ville venete e campagne.

Si parte a poca distanza dal centro storico di Treviso e segue la pista ciclabile ricavata sull’alzaia del fiume passando per il Porto di Fiera, la centrale idroelettrica di Silea, il cimitero dei burci e si conclude a Casale sul Sile offrendo, lungo il percorso, lo spettacolo di una natura rigogliosa ricca di fascino.

Autore Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti.

Visualizza tutti i post di Matteo Vana →