Scott Foil RC, tecnologie al servizio di Bardet e i suoi compagni della Dsm

La Scott Foil RC è la bicicletta del Team Dsm Firmenich PostNL: Bardet, Jakobsen e i suoi compagni di squadra possono contare su un telaio ricco di tecnologie

Scott Foil RC Dsm
La Scott Foil RC del Team Dsm Firmenich PostNL


Il Team Dsm Firmenich PostNL è partito piuttosto bene con due vittorie nel mese di gennaio. Oscar Onley ha dato il via alla stagione con un successo al Tour Down Under in Australia, una stoccata meravigliosa del britannico che gli ha permesso di mettersi alle spalle Stephen Williams e Jhonatan Narvaez. La seconda vittoria, invece, è arrivata nella prima frazione dell’AlUla Tour con Casper Van Uden capace di mettersi alle spalle Dylan Groenewegen allo sprint.

Le due vittorie sono arrivate con la nuova bicicletta firmata Scott, la Foil RC, rivelata in tutta la sua bellezza nelle passate settimane. Il team World Tour pedala su un vero e proprio gioiellino, ricco di tecnologie e con componentistica avanzata e ad alte prestazioni. Un telaio di grande qualità, completato da un allestimento Syncros, azienda parte del gruppo Scott Sports.

Scott Foil RC: come è fatta

La Scott Foil RC ha un design davvero elegante con la sua base bianca e lampi di colore. Non manca il motto “Keep Challenging” che ormai da alcuni anni accompagna il Team Dsm Firmenich PostNL, in una verniciatura arancione. Presenti anche altri dettagli blu e azzurre che fanno risaltare la scritta e che renderanno la bici ben visibile in gruppo.

Parliamo di un telaio estremamente aerodinamico che gli ingegneri Scott hanno curato nei minimi dettagli. È una bicicletta pensata per i corridori capaci di scalare le grandi montagne e di percorrere lunghi chilometri ad alte velocità.

Utilizza la tecnologia F01 Airfoil che assicura che ogni tubo riduca al massimo la resistenza aerodinamica: incroci ridotti e regolamenti UCI spinti al limite. Parliamo di dati: la nuova Foil è più veloce di 1 minuto e 18 secondi su 40 km all’ora.

Troviamo, successivamente, un tubo sterzo sovradimensionato che garantisce una completa integrazione dei cavi all’interno del telaio, migliorando il look complessivo della bicicletta e l’aerodinamica. La forcella, invece, presenta una sezione trasversale più profonda e una corona più alta. Tubo obliquo e piantone assicurano una resa perfetta.

Per quanto riguarda il comfort, i foderi obliqui sono stati abbassati e rivolti verso l’interno con un angolo di 10 gradi. In questo modo, gli ingegneri Scott sono riusciti a nascondere le pinze dei freni a disco, riducendo la resistenza aerodinamica.

I corridori del Team Dsm Firmenich PostNL

Leader del Team Dsm Firmenich PostNL è il francese Romain Bardet che sarà al via del Giro d’Italia con l’obiettivo di vincere più tappe possibili al Giro d’Italia e ottenere un piazzamento di rilievo in classifica generale.

John Degenkolb, invece, sogna le classiche del Nord che in passato ha già conquistato, su tutte la Parigi Roubaix. Attenzione anche a Warren Barguil, Fabio Jakobsen e Patrick Bevin.

Autore Emanuele Peri

Sono un appassionato di ciclismo e di scrittura. Tutto è iniziato quando ero ancora molto piccolo e il giornalismo era il lavoro dei miei sogni. Unire questa passione ai pedali e alle due ruote è l'obiettivo verso cui tendere ogni giorno.

Visualizza tutti i post di Emanuele Peri →