Moto elettriche, nel 2025 quattro nuovi modelli firmati Zero-Hero

L’accordo tra le due aziende dovrebbe dare vita, tra le altre cose, a quattro nuovi modelli che dovrebbero arrivare nel 2025

Zero DSR/X
Zero DSR/X - Foto credits Zero Motorcycles media


Le moto elettriche, ormai, rappresentano una realtà consolidata nel panorama a due ruote. Dopo una tiepida accoglienza, infatti, questi mezzi stanno iniziando anche a raccogliere il favore del pubblico che inizia a scegliere preferendole, in alcuni casi, anche alle classiche sorelle endotermiche.

Sono diversi, inoltre, i produttori che, nei prossimi mesi o anni, hanno intenzione di lanciare nuovi modelli elettrici contribuendo così alla diffusione delle moto elettriche. Tra questi c’è anche Zero Motorcycles, società americana specializzata in questo genere di veicoli che recentemente ha annunciato una partnership con l’indiana Hero MotoCorp per la realizzazione di una nuova piattaforma.

Le nuove moto elettriche pronte a sbarcare sul mercato

Sono diverse le società che, specialmente negli ultimi mesi, hanno stretto accordi di collaborazione sulle moto elettriche annunciando l’arrivo sul mercato di nuovi modelli a zero emissioni. Proprio come fatto da Zero Motorcycles con l’indiana Hero MotoCorp.

L’accordo, però, non dovrebbe limitarsi solo ad accordi di distribuzione, ma secondo le notizie riportate da diversi media indiani questo potrebbe dare vita a una nuova piattaforma sulla quale potrebbe nascere ben quattro nuove moto elettriche che sbarcherebbero sul mercato nel 2025, come si evince dal rapporto Investor Interaction di Hero MotoCorp del 23 gennaio scorso.

Zero SR/F
Zero SR/F – Foto credits Zero Motorcycles media

La prima fase di questa collaborazione dovrebbe prevedere il lancio di due modelli ad alte prestazioni, entrambi basati sulla stessa tecnologia, ma con carrozzerie diverse. La seconda fase, invece, darebbe vita ad altri due mezzi di medio livello e pensati principalmente per utenti meno esperti.

Il dubbio maggiore rimane quello sul termine alte prestazioni , visto che per il mercato indiano le moto con cilindrata superiore ai 200 cc e potenza da 25 CV sono già considerate tali mentre in Europa o Stati Uniti le moto ad alte prestazioni hanno standard molto più elevati sia in fatto di potenza che di cilindrata.

Gli effetti della collaborazione, però, porterebbero vantaggi a entrambe: da un lato l’indiana MotoCorp guadagnerebbe in prestazioni e tecnologia, pur non arrivando alle top di classe del settore, dall’altro si avrebbero prezzi più accessibili coinvolgendo così una fetta di utenti maggiori avendo un mercato più ampio.

Una join venture, quindi, che potrebbe portare molti vantaggi all’intero settore delle moto elettriche aggiungendo ben quattro nuovi modelli e dando agli utenti diverse alternative tra le quali scegliere. Ma soprattutto un segno evidente del fatto che le aziende credono nel progetto delle moto elettriche che, nei prossimi anni, proprio come successo anche per le auto, potrebbero diventare il nuovo standard di riferimento aiutando così la transizione verso una mobilità sempre più green e a impatto zero.

Autore Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti.

Visualizza tutti i post di Matteo Vana →