GP La Marseillaise: Geniets supera Baudin. In Spagna fa festa Thijssen

Kevin Geniets vince il GP La Marseillaise superando in un duello Alex Baudin. Al Trofeo Palma fa festa Gerben Thijssen.

Kevin Geniets
Kevin Geniets vince il GP La Marseillaise


Un testa a testa bellissimo che consegna a Kevin Geniets la prima vittoria stagionale del calendario francese. Il lussemburghese può festeggiare per la prima volta in carriera, conquistando il GP La Marseillaise in uno sprint a due contro Alex Baudin. Una rivalità interna anche tra le squadre francesi: la Groupama FDJ supera il team Decathlon Ag2r La Mondiale.

Uno sprint partito molto da lontano da parte di Geniets che ha voluto rompere immediatamente gli indugi, visto che il rivale non dava più cambi ormai da diverse centinaia di metri. In terza posizione, con un ritardo di dieci secondi, ha chiuso Kevin Vauquelin dell’Arkèa B&B Hotels, che nel finale è partito in contropiede con la speranza di rientrare sui due di testa.

Addirittura a un minuto e quattordici secondi il gruppo principale, regolato in volata dal francese Pierre Gautherat sempre della Decathlon Ag2r La Mondiale. Dietro di lui Pau Miquel dell’Equipo Kern Pharma, Quentin Pacher della Groupama FDJ, Jenno Berckmoes della Lotto Dstny e Eduard Prades della Caja Rural.

Nono e primo degli italiani è Matteo Trentin della Tudor Pro Cycling, passato quest’anno nel team di Fabian Cancellara dopo diversi anni nella UAE Team Emirates. Chiude la classifica dei primi dieci al traguardo del GP La Marseillaise, il francese Damien Girard della Nice Metropole Cote d’Azur.

Non solo il GP La Marseillaise: i risultati del Trofeo Palma

Arrivo in volata doveva essere e arrivo in volata è stato al Trofeo Palma, ultima prova della Challenge Mallorca. Spunto incredibile del belga Gerben Thijssen della Intermarché-Wanty che ottiene l’ottava vittoria stagionale, la prima di questo 2024. Nulla da fare per l’esperto Alexander Kristoff della Uno-X Mobility che solamente per pochissimi centimetri non è riuscito ad alzare le braccia al cielo.

Sul podio termina anche l’olandese Marijn Van den Berg della EF Education EasyPost che, dopo il quarto posto del 25 gennaio al Trofeo Ses Salines-Felanitx, conquista oggi il terzo posto. Buono sprint anche del giovane Tim Torn Teutenberg della Lidl Trek, quarto al traguardo davanti ad Arnaud Demare della Groupama-FDJ.

Sesta posizione, primo degli italiani, Alberto Dainese, che per questo 2024 ha lasciato la Dsm per la Tudor. L’italiano si è messo alle spalle il belga Jarne Van de Paar della Lotto Dstny e il ceco Daniel Babor della Caja Rural. Chiudono la top-ten il belga Yves Lampaert della Soudal Quick Step e lo statunitense Scott McGill della Project Echelon.

Tra due giorni inizierà l’AlUla Tour in Arabia Saudita.

Autore Emanuele Peri

Sono un appassionato di ciclismo e di scrittura. Tutto è iniziato quando ero ancora molto piccolo e il giornalismo era il lavoro dei miei sogni. Unire questa passione ai pedali e alle due ruote è l'obiettivo verso cui tendere ogni giorno.

Visualizza tutti i post di Emanuele Peri →