Bike hotel, ecco gli alberghi dedicati agli amanti delle bici

I bike hotel sono alberghi pensati in maniera specifica per gli appassionati di bici: ecco come funzionano

Bike hotel
Bike hotel - Foto credits Shutterstock | r.nagy


La crescita del cicloturismo, con un numero sempre maggiore di appassionati che dedicano il proprio tempo alle escursioni in bicicletta, ha portato a rivedere anche l’offerta turistica.

Negli ultimi anni, infatti, l’offerta turistica rivolta a chi viaggia in bici si sta ampliando sempre di più. Oltre alla possibilità di noleggiare biciclette praticamente ovunque e di avere itinerari dedicati, i ciclisti iniziano ad avere anche l’opportunità di trovare bike hotel in tutto il mondo e di soggiornare in una struttura creata ad hoc per loro e per la loro amata bicicletta.

I bike hotel, cosa sono e come funzionano

Negli ultimi tempi, infatti, si stanno sviluppando i cosiddetti bike hotel, ossia delle strutture alle quali appoggiarsi durante il percorso e che rispondono alle specifiche esigenze dei biker in viaggio permettendo così di vivere appieno la propria vacanza all’insegna della natura e dello sport. Queste strutture si stanno sviluppando sempre di più. Prima di tutto, permettono a chi viaggia su due ruote di godersi una vacanza in piena serenità, senza doversi preoccupare della sicurezza del proprio mezzo o di arrecare disturbo a chi alloggia in struttura. In secondo luogo, promuovono un turismo lento e sano, che fa bene al pianeta e al corpo e alla mente della persona.

Il bike hotel, infatti, sono degli alberghi che possiedono tutte le caratteristiche del classico hotel ma aggiunge una serie di spazi e servizi cyclist-friendly. Teoricamente tutti gli hotel possono essere bike hotel, ma ci sono alcune caratteristiche peculiari da rispettare. Come, ad esempio, offrire la possibilità di portare in camera la propria bicicletta ai ciclisti che spesso viaggino con mezzi di trasporto costosi e si sentono più sicuri a portarli in camera.

Una camera di un bike hotel
Una camera di un bike hotel – Foto Shutterstock | Ground Picture

Tra le altre caratteristiche, poi, c’è la possibilità di avere orari dei pasti personalizzati perché chi viaggia in bici, solitamente, esce molto presto rischiando di trovare la cucina chiusa non facendo colazione. O ancora la presenza di una lavanderia per pulire gli indumenti dopo una giornata intera passata a pedalare oppure un servizio al quale appoggiarsi, così come di un’officina per riparare eventuali danni alle biciclette o comunque uno spazio nel quale ci sia un set di strumenti – bastano anche una pompa e un set di chiavi – per risolvere i piccoli problemi che potrebbero presentare i mezzi a due ruote dei cicloturisti.

A completare l’offerta di un bike hotel che si rispetti, poi, può essere utile offrire a chi alloggia in albergo una serie di proposte di percorsi, ad esempio collocando una piccola libreria con guide e approfondimenti all’ingresso o in un luogo di relax.

Autore Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti.

Visualizza tutti i post di Matteo Vana →