Tirreno Adriatico, i voti e le pagelle della Corsa dei due Mari

La Tirreno Adriatico si è conclusa: ecco i promossi e i bocciati di questa edizione 2024

Tirreno Adriatico Vingegaard
Jonas Vingegaard in azione alla Tirreno Adriatico 2024 (credits: LaPresse)


Si è conclusa domenica la Tirreno Adriatico, importantissima corsa a tappe di una settimana che ha visto i protagonisti del circuito World Tour sfidarsi per sette giorni dalla costa ovest a quella est del nostro paese. La vittoria è andata, come prevedibile, a Jonas Vingegaard, assoluto dominatore della gara con due tappe, la classifica generale e la maglia verde di miglior scalatore.

In questo articolo nel nostro portale “Sui Pedali”, analizzeremo le tappe, descrivendo i promossi, i bocciati e i rimandati della Corsa dei due Mari. Una rassegna dei protagonisti in positivo e in negativo che nelle prossime corse dovranno dimostrare di farsi trovare pronti.

Tirreno Adriatico: i promossi

Chiaramente Jonas Vingegaard prende il massimo dei voti in questa edizione della corsa. Senza Tadej Pogacar, il danese della Visma Lease a Bike ha avuto campo libero per esprimersi al meglio. Il risultato è stato fin troppo semplice con due successi di tappa, la maglia di leader e la la maglia di miglior scalatore.

Da applausi anche la UAE Team Emirates che si porta a casa il successo nella crono con Juan Ayuso, poi secondo nella generale, ma anche scopre il giovanissimo Isaac Del Toro, addirittura quarto nella tappa in salita con arrivo sul Monte Petrano.

Jonathan Milan della Lidl Trek ha conquistato una volata, dimostrandosi in grande forma per la prossima Milano Sanremo. Bene anche Jasper Philipsen dell’Alpecin Deceuninck che alla Classicissima però dovrà lavorare per Mathieu Van der Poel.

I bocciati

Non bene Richard Carapaz, che si è visto solamente nella tappa del Monte Petrano con un attacco da lontano. L’ecuadoriano non è in grande forme e questo è chiaro a tutti. Dovrà addrizzare il tiro per i prossimi importanti appuntamenti.

Non bene neppure Julian Alaphilppe, probabilmente scosso dalle parole di Patrick Lefevere e di Jerome Pineau, che lo hanno criticato di condurre una vita non proprio da professionista. Il francese deve assolutamente riprendersi per trovare una squadra nella prossima stagione.

Tirreno Adriatico: rimandati

Tra i rimandati c’è il nostro Antonio Tiberi, protagonista di un’ottima cronometro, ma in difficoltà sulle salite. La Bahrain Victorious gli ha affidato le chiavi del team per la classifica generale, tuttavia dopo un bell’inizio non è riuscito a mantenere alte le aspettative.

Enric Mas assolutamente sotto le aspettative. Lo spagnolo della Movistar era chiamato a dare un segnale, visto i suoi obiettivi di classifica generale per il prossimo Tour de France. Purtroppo ha preso 4’56” da Jonas Vingegaard in sette tappe: molto, molto male.

Autore Emanuele Peri

Sono un appassionato di ciclismo e di scrittura. Tutto è iniziato quando ero ancora molto piccolo e il giornalismo era il lavoro dei miei sogni. Unire questa passione ai pedali e alle due ruote è l'obiettivo verso cui tendere ogni giorno.

Visualizza tutti i post di Emanuele Peri →