Merida eOne Sixty, la nuova frontiera delle e-mountain bike

I tre modelli di e-mountain bike sono stati svelati ufficialmente: ecco come sono fatti e le loro caratteristiche

Merida eOne Sixty
Merida eOne Sixty - Foto credits Merida media


Il mondo delle e-mountain bike è pronto ad accogliere un nuovo modello. Si tratta di Merida eOne Sixty, la nuova mountain bike elettrica che fa parte della gamma eTrilogy insieme a eOne Sixty Lite e eOne Forty e che promette di rivoluzionare il settore.

I ciclisti moderni, infatti, vogliono sempre di più dalle proprie mountain bike elettriche e, proprio per questo, le aziende studiano soluzioni ad hoc. In questa categoria rientrano i 3 modelli firmati Merida che assicurano autonomia, peso ridotto e supporto di potenza completo condividendo gli ingredienti chiave, ma mantenendo ognuna la propria identità.

La gamma Trilogy firmata Merida

Merida eOne Sixty si presente con un telaio interamente in carbonio puntando alla massima leggerezza. Ad alimentarla c’è una batteria completamente integrata da 600 Wh che può essere estesa a 960 Wh, grazie a un range extender venduto aftermarket. Una bici, quindi, che fornisce prestazioni al top per una mountain bike dedicata a chi non vuole accontentarsi solo di esplorare la natura, ma vuole dominarla.

C’è poi anche Merida eOne Sixty Lite che invece si presenta con un telaio in alluminio è dotata di una batteria rimovibile da 750 Wh che, con range extender, porta l’autonomia oltre 1100 Wh. Se da una parte si ottiene un’autonomia senza pari, dall’altra la bici offre una gradevole manovrabilità per chi cerca prestazioni sul trail. A chiudere la trilogia ecco Merida eOne Forty, dedicata a tutti quei ciclisti che puntano sulla versatilità, dotata di una batteria rimovibile da 750 Wh, con la possibilità di estenderla a un’autonomia di oltre 1100 Wh.

La nuova Merida eOne Sixty
La nuova Merida eOne Sixty – Foto credits Merida media

Le nuove biciclette, poi, utilizzano una versione specifica per mountain bike elettriche della sospensione cinematica fast di Merida, che offre rapporti di leva specifici per ogni taglia, consentendo ai ciclisti più leggeri di utilizzare l’escursione completa e fornendo al contempo ai biker più alti e pesanti il supporto necessario. Inoltre c’è anche la tecnologia Merida P-Flex flexstay, che riduce il peso e le esigenze di manutenzione.

Per quanto riguarda i sistemi di trasmissione, invece, tutta la gamma eTrilogy si affida ai più recenti motori EP801 di Shimano, abbinati a una varietà di tipi e dimensioni di batterie per soddisfare i diversi gruppi di utenti. Tutte le biciclette, inoltre, possono essere utilizzate con una ruota posteriore da 27,5″ o come una 29”. Infine, per permettere di scegliere ai ciclisti di scegliere tra più opzioni di taglia disponibili c’è anche il sistema di dimensionamento Agilometer.

Autore Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti.

Visualizza tutti i post di Matteo Vana →