Giant TCR Advanced SL: il bolide di Yates e Matthews

La Giant TCR Advanced SL è il bolide di Simon Yates e Michael Matthews, gli alfieri della Jayco AlUla. Conosciamo meglio questo telaio

Giant TCR Advanced
La Giant TCR Advanced SL della Jayco AlUla


Continuiamo la nostra carrellata di biciclette World Tour con la Giant TCR Advanced SL in dotazione alla Jayco AlUla, squadra australiana del gruppo GreenEdge che ormai da molti anni è tra le migliori squadre del circuito internazionale.

Parliamo dell’ultima generazione delle più rinomata gamma di bici da strada dell’azienda taiwanese che ormai tra trent’anni domina nelle gare di tutto il mondo. Presenta un fantastico rapporto rigidità-peso, dovuto a materiali di livello e geometrie aerodinamiche applicate su tutti i tubi.

Ogni forma dei tubi, infatti, è stata analizzata, progettata e testata per andare il più veloce possibile. Freni a disco integrati con flat Mount e perni passanti di nuova costruzione, assicurano un arresto deciso e potente, aumentando la rigidità e migliorando la maneggevolezza.

Giant TCR Advanced SL: com’è fatta

La Giant TCR Advanced SL è una bicicletta perfetta per gli scalatori. Il materiale di carbonio grezzo di qualità professionale è stato utilizzato nella fabbrica dell’azienda, utilizzando i metodi di ingegneria e costruzione più avanzati, tra cui: la Continuous Fiber Technology per aggiungere resistenza riducendo il peso; la resina Carbon Nanotube per migliorare la resistenza agli urti; e il Fusion Process per giunzioni di telaio più leggere e più resistenti.

Inoltre, le sezioni a profilo alare strategicamente progettate nel telaio e nella forcella, sviluppate attraverso CFD e test in galleria del vento, migliorano l’efficienza aerodinamica, riducendo la resistenza del vento su un’ampia gamma di angoli di imbardata rispetto ai tubi a forma tradizionale a goccia.

Troviamo poi la più recente tecnologia integrata WheelSystem e un nuovo manubrio composito aerodinamico Contact SLR progettato per renderlo ancora più veloce contro il vento. Il design integrato di Variant ha come risultato una qualità di guida che bilancia perfettamente la flessibilità e l’efficienza.

Pensate che per la costruzione sono stati realizzati 150 piccoli campioni di compositi individuali, poi posizionati utilizzando un’assemblaggio robotico a strati. Questi campioni sono stati tagliati al laser in modo che possano essere utilizzate sezioni più piccole e ultra-precise, risultando in telai più leggeri.

La forcella composita di grado Advanced SL presenta un design simmetrico e una forma aerodinamica, insieme all’integrazione del freno a disco e a un maggiore spazio libero per pneumatici fino a 32mm.

I corridori

Ma chi pedalerà su questo concentrato di tecnologie? Gli alfieri del team Jayco AlUla. Il leader è senza dubbio Simon Yates, specialista delle classiche più dure e dei grandi Giri. Il britannico, già vincitore di una Vuelta di Spagna in passato, sogna altri grandi successi.

Per il Nord occhio a Michael Matthews, australiano tornato grande negli ultimi anni. Interessante anche il comparto delle ruote veloci con Caleb Ewan e Dylan Groenewegen a guidare la spedizione.

Autore Emanuele Peri

Sono un appassionato di ciclismo e di scrittura. Tutto è iniziato quando ero ancora molto piccolo e il giornalismo era il lavoro dei miei sogni. Unire questa passione ai pedali e alle due ruote è l'obiettivo verso cui tendere ogni giorno.

Visualizza tutti i post di Emanuele Peri →