Corse della settimana: dai Paesi Baschi alla Parigi Roubaix

Abbiamo appena messo in bacheca il Giro delle Fiandre, ma il ciclismo non si ferma perché entriamo nella settimana della Parigi Roubaix

Parigi Roubaix
Immagini dalla scorsa edizione della Parigi Roubaix (credits: A.S.O./Ballet)


Ed eccoci tornati con il consueto appuntamento delle “corse della settimana”. Messa alle spalle la passione del Giro delle Fiandre, il grande ciclismo è pronto a ripartire già oggi con un’altra breve corsa a tappe davvero interessante, il Giro dei Paesi Baschi.

Ma gli occhi di appassionati e addetti ai lavori non saranno puntati esclusivamente sulla Spagna. Sempre oggi, in Belgio, si corre la Ronde de Mouscron, una classica di categoria 1.1 per le donne, che ieri hanno affrontato i temibili muri della Ronde van Vlaanderen.

Mercoledì, invece, andrà in scena sia per uomini sia per le donne, lo Scheldeprijs, semiclassica belga con tanti attesi protagonisti al via. Ma è domenica che tutti saranno incollati alla televisione, perché è il giorno della celebre Parigi Roubaix, la gara forse più attesa dell’intera stagione.

Corse della settimana: Giro dei Paesi Baschi

Come abbiamo detto precedentemente, il Giro dei Paesi Baschi aprirà la settimana che ci porterà alla Parigi Roubaix. Sei giorni di gara attraverso la Regione autonoma spagnola dove vedremo sfidarsi sulle tante cotes alcuni dei protagonisti che ritroveremo a luglio al Tour de France.

Parliamo per esempio di Jonas Vingegaard, vincitore uscente della corsa e leader assoluto della Visma Lease a Bike. Ma anche di Remco Evenepoel della Soudal Quick Step che ritrova il rivale Primoz Roglic della Bora Hansgrohe. A ben vedere, manca solamente Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) all’appello.

Scheldeprijs e Parigi Roubaix

Tutta pianura, ma strade strettissimi e alcuni tratti di pavé a mettere difficoltà nelle gambe dei corridori. Lo Scheldeprijs è ormai un appuntamento fisso tra il Giro delle Fiandre e la Parigi Roubaix, tanto che molti corridori che domenica saranno al via dell’Inferno del Nord, non mancheranno mercoledì in Belgio.

Parliamo per esempio di Tim Merlier (Soudal Quick Step), Dylan Groenewgen (Jayco AlUla), Kaden Groves (Alpecin Deceuninck). Ma ancora Danny Van Poppel (Bora Hansgrohe), Gerben Thijssen (Intermarché), e i nostri italiani Luca Mozzato (Arkèa B&B Hotels) e Matteo Trentin (Tudor Pro Cycling).

Arriviamo dunque all’appuntamento conclusivo delle corse della settimana, la Parigi Roubaix. Non ci sarà Wout Van Aert a causa del brutto incidente alla Dwars door Vlaanderen (ha saltato anche il Giro delle Fiandre), ma non mancheranno i protagonisti.

Occhi puntati sulla coppia dell’Alpecin Deceuninck formata da Mathieu Van Der Poel, vincitore lo scorso anno, e Jasper Philipsen. Sarà poi al via Mads Pedersen della Lidl Trek, Matej Mohoric della Bahrain Victorious, Tim Merlier della Soudal e Christophe Laporte della Visma Lease a Bike.

Autore Emanuele Peri

Sono un appassionato di ciclismo e di scrittura. Tutto è iniziato quando ero ancora molto piccolo e il giornalismo era il lavoro dei miei sogni. Unire questa passione ai pedali e alle due ruote è l'obiettivo verso cui tendere ogni giorno.

Visualizza tutti i post di Emanuele Peri →