Chrysler Halcyon, ecco il concept elettrico che guida da solo

Chrysler Halcyon rappresenta il futuro del marchio americano ed è dotato di guida autonoma di livello 4, oltre che di una propulsione elettrica

Chrysler Halcyon
Chrysler Halcyon - Foto credits Chrysler media


Il futuro dell’auto è elettrico e a guida autonoma. Caratteristiche che fanno da base al nuovo concept Chrysler Halcyon, un modello che ha come obiettivo quello di indicare quale sarà il futuro del marchio con soluzioni che si ritroveranno sulle auto dei prossimi anni.

Un corpo da sportiva, ma un cuore elettrico tanto che sfrutterà la stessa architettura a 800 Volt di Dodge Charger Daytona alimentato da batteria a litio-zolfo della quale, però, la casa non ha ancora rivelato l’autonomia. In ogni caso Chrysler Halcyon rappresenta un veicolo futuristico, capace di coniugare propulsione elettrico e guida autonoma rappresentando il massimo della tecnologia disponibile.

Chrysler Halcyon, l’auto che arriva dal futuro

Basata sulla nuova piattaforma STLA Large e connessa con l’uomo a livello tecnologico, grazie alla presenza dell’intelligenza artificiale, Chrysler Halcyon si presenta con una carrozzeria tutta votata all’aerodinamicità con un grande passaggio nella parte anteriore dove l’aria viene indirizzata attraverso la griglia e sopra il cofano permettendo al mezzo di non farsi frenare dal vento, ma anzi quasi di attraversarlo.

La vera grande novità, però, è proprio l’intelligenza artificiale che sarà in grado di comandare praticamente tutto all’interno del veicolo; questo concept, infatti, è dotato della guida autonoma di livello 4, grazie al volante e alla pedaliera che possono rientrare completamente, consentendo al conducente di essere un passeggero durante tutta la durata del viaggio.

Gli interni di Chrysler Halcyon
Gli interni di Chrysler Halcyon – Foto credits Chrysler media

Anche per questo Chrysler ha deciso di dotare il mezzo di alcune peculiarità che rendono il viaggio ancora più confortevole. Come, ad esempio, la modalità di osservazione delle stelle che modifica l’opacità del vetro superiore e reclina il sedile per consentire di scrutare il cielo e godersi il paesaggio anche in notturna.

Oppure il grande schermo trasparente da montante a montante, oppure l’head-up display tutto schermo che fornisce informazioni a chi si trova all’interno del veicolo.

Un concept, quindi, che l’intelligenza artificiale non solo per muovere il veicolo ma anche per creare un vero e proprio legame con il proprietario sfruttando la tecnologia. Su Chrysler Halcyon, infatti, sono presenti scanner biometrici che sono in grado di riconoscere la persona mentre si avvicina all’auto e, una volta entrati, riprodurre suoni rilassanti impostando tutto in base alle ultime preferenze.

Un veicolo intelligente che punta a ridisegnare non solo il mondo auto ma l’intero rapporto tra umani e macchine per un futuro nel quale non esisteranno più guidatori, ma solo passeggeri che sfrutteranno la capacità dei veicoli di arrivare a destinazione godendosi il viaggio nel massimo del comfort disponibile.

Autore Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti.

Visualizza tutti i post di Matteo Vana →