Bici sui treni, dietrofront di Trenitalia: ecco come cambiano le regole

Trenitalia ha annullato le nuove regole sul trasporto delle bici in treno: ecco come cambia la situazione

Regole per il trasporto bici in treno
Regole per il trasporto bici in treno - Foto Shutterstock | di James Jiao


Trenitalia fa retromarcia. L’azienda di trasporti infatti, ha annunciato la decisione di sospendere l’implementazione delle nuove regole che avrebbero limitato il trasporto di biciclette e monopattini sui treni.

Una decisione che arriva dopo numerose proteste da parte degli utenti per una decisione che aveva lasciato spiazzati tutti. Le norme, quindi, sono state ritirate riportando tutto alla situazione precedente il comunicato che, di fatto, imponeva forti limitazioni per chi si sarebbe trovato a trasportare la propria bicicletta sul treno.

Trasporto bici sui treni, si torna alle vecchie regole

Le nuove regole imposte da Trenitalia sulle proprie Frecce sarebbero dovute diventare attive da marzo. Le numeroso proteste, però, hanno fermato tutto consigliando all’azienda di rivedere la propria posizione. Le nuove regole per il trasporto dei mezzi a due ruote, infatti, prevedevano che le e-bike, le biciclette, o i monopattini dovessero essere pieghevoli o smontati e rispettare specifiche dimensioni.

Una bicicletta pieghevole poteva quindi essere trasportata su qualsiasi treno, ma le e-bike complete richiedevano un supplemento e una prenotazione obbligatoria. Addirittura, nel caso di una bici non pieghevole, i possessori del mezzo avrebbero dovuto smontare “una delle due ruote e utilizzare una sacca delle dimensioni previste per portarla in treno”. Un’assurdità che ha scatenato l’ira di tutti i ciclisti costringendo l’azienda a fare dietrofront

In generale, le norme attuali stabiliscono che le biciclette devono essere pieghevoli o smontabili e rispettare le dimensioni di 80x110x45 cm, con l’obbligo di essere inserite in una sacca apposita durante il trasporto sul treno. Questo per non occupare troppo spazio limitando così la capienza totale del treno.

Nel caso di e-bike o biciclette intere, invece, è richiesto un supplemento e una prenotazione del posto su alcuni treni, mentre su altri è necessario acquistare il servizio “Viaggia con la tua bici”, riservato proprio ai ciclisti che utilizzano il doppio mezzo di trasporto treno-bici.

Trasportare la bici in treno
Trasportare la bici in treno – Foto Shutterstock | di MikeDotta

Trenitalia, in attesa di conoscere l’esito dell’incontro tra i vertici dell’azienda e le associazioni dei consumatori durante il quale verranno stilate le nuove regole, permette il trasporto gratuito di una bicicletta pieghevole su treni regionali, con limitazioni di spazio e dimensioni.

Sulle Frecce, invece, è permesso trasportare una sola bici smontata o pieghevole. Sugli Intercity invece, è possibile trasportare una bicicletta montata con prenotazione e supplemento.

Le regole, però, cambiano da compagni a compagnia. Italo, ad esempio, impone restrizioni più severe con la bicicletta che deve essere pieghevole e conservata in una sacca. Per i collegamenti internazionali di Trenitalia verso Svizzera, Austria e Germania, sono previste regole simili con alcune differenze nei supplementi e nelle prenotazioni.

Trenord infine offre oltre 900 treni su cui è ammesso il trasporto limitato di biciclette, con specifiche sulle linee e sui treni su cui è consentito.

Autore Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti.

Visualizza tutti i post di Matteo Vana →