UAE Tour Women, incredibile Kopecky: la campionessa del mondo vince in salita

Incredibile all’UAE Tour Women, una specialista delle classiche come Lotte Kopecky domina la tappa più dura con arrivo in salita della corsa emiratina.

UAE Tour Kopecky
Lotte Kopecky vince la terza tappa dell'UAE Tour Women (credits: SprintCyclingAgency)


Ha dell’incredibile quanto successo all’UAE Tour Women questo pomeriggio. Lotte Kopecky, atleta belga che si è da sempre contraddistinta per le sue qualità nelle gare di un giorno e nelle classiche Monumento, ha vinto la tappa più dura della corsa emiratina con arrivo sul temibilissimo Jebel Hafeet.

La campionessa del mondo, su un percorso assolutamente non adatto alle sue caratteristiche, è rimasta sulle ruote delle scalatrici migliori con apparente facilità, prima di lasciare sul posto tutte le sue avversarie e andare a rimontare Neve Bradbury della Canyon SRAM Racing, che aveva attaccato a tre chilometri dal traguardo.

Tra lo stupore delle favorite, che non avevano considerato pericolosa la Kopecky, la belga della SD Worx Protime ha iniziato a guadagnare secondi dopo secondi, facendo il vuoto tra sé e tutte le altre. Nel finale è stato poi molto semplice per l’iridata superare in una volata a due l’australiana Bradbury.

Addirittura a trentadue secondi dalla vincitrice ha chiuso la spagnola Mavi Garcia della Liv AlUla Jayco, che è riuscita a chiudere davanti alla nostra Gaia Realini della Lidl Trek, quarta a 43 secondi. Proprio l’azzurra aveva dato il via alle danze, operando la prima selezione quando mancavano ancora otto chilometri al traguardo del Jebel Hafeet.

Più staccate la francese Marion Bunel della St.Michel Mavic Auber 93 e l’olandese Pauliena Rooijakkers della Fenix Deceuninck. Seguono due italiane: Elisa Longo Borghini della Lidl Trek, settima a 1’09”, e Silvia Persico della UAE Team ADQ, ottava a 1’29”.

UAE Tour Women: le classifiche

Cambiano chiaramente anche le varie classifiche dell’UAE Tour Women dopo una tappa simile. Lorena Wiebes lascia la maglia di leader della classifica generale alla sua compagna Lotte Kopecky che, molto probabilmente, riuscirà a difendere nella tappa di domani dedicata ai velocisti.

La campionessa del mondo conduce con 13 secondi di vantaggio su Neve Bradbury, 44 secondi su Mavi Garcia e 59 secondi su Gaia Realini. Nella graduatoria troviamo anche Elisa Longo Borghini e Silvia Persico, rispettivamente settima e ottavo a 1’25” e 1’45”.

Saldissima la prima posizione di Lorena Wiebes nella classifica a punti. Vincendo anche domani, la SD Worx Protime potrebbe vincere quattro tappe su quattro portandosi a casa anche la generale e la maglia dei punti.

Infine la sfida per la maglia bianca di miglior giovane dell’UAE Tour Women. Neve Bradbury, l’altra sorpresa di oggi, porterà a casa la speciale classifica potendo contare su un vantaggio di 1’03” su Marion Bunel.

Autore Emanuele Peri

Sono un appassionato di ciclismo e di scrittura. Tutto è iniziato quando ero ancora molto piccolo e il giornalismo era il lavoro dei miei sogni. Unire questa passione ai pedali e alle due ruote è l'obiettivo verso cui tendere ogni giorno.

Visualizza tutti i post di Emanuele Peri →