Fizik Proxy: la scarpa perfetta per il gravel e il ciclocross

Fizik Proxy è la scarpa perfetta per il gravel e il ciclocross, conosciamola meglio.

Fizik Proxy
Fizik Proxy è stata presentata come la rivoluzionaria scarpa per gravel e ciclocross


Sappiamo bene quanto il Gravel abbia attirato a sé gli appassionati di ciclismo. Il suo spirito un po’ selvaggio e fuori dagli schemi, che abbina divertimento e gusto di andare in bicicletta non solo su asfalto ha conquistato davvero tutti. L’azienda italiana Fizik lo ha capito e come molte altre ha pensato a dei prodotti esclusivi per l’attività su sterrato.

Il brand di Pozzoleone ha ideato una scarpa appositamente per il Gravel che prende il nome di “Proxy“, disponibile da mercoledì 13 marzo nelle colorazioni corallo-viola, bianco e nero. Chiaramente, come da tradizione di Fizik, la scarpa è pensata per ciclisti che fanno della competitività il loro pane quotidiano. Ma non solo, che vogliono anche un trasferimento di potenza ottimale su strade non asfaltate.

La nuova frontiera del gravel si sta allargando? Ebbene sì. Non si finisce più di esplorare e non è chiaro a nessuno dove le ultime tendenze ci spingeranno. Quello che è chiaro è che aziende come Fizik sono sempre più impegnate a garantire i migliori prodotti per andare forte anche su sterrato.

Fizik Proxy: com’è fatta

La Fizik Proxy emerge innanzitutto come una scarpa dal peso davvero ridotto che però non va ad intaccare le ottime prestazioni che sa offrire. Il suo DNA da corsa non viene assolutamente meno, indipendentemente dal terreno.

Inoltre, la ventilazione è stata ottimizzata integrando un’innovativa rete laminata in PU traslucido che rende la scarpa leggera, ma anche confortevole. Molto interessante anche la tomaia ultra resistente. Questa, con la sua costruzione anti strappo, protegge i ciclisti dai pericoli che si possono avere quando si guida su terreni accidentati.

E il modello di chiusura? Troviamo un sistema Li2 BOA® Fit a quadrante singolo che assicura una vestibilità perfetta. Si tratta di un sistema minimo, ma di supporto e che utilizza guide in pizzo tessile. Esse bilanciano la tensione ed eliminano i punti caldi di pressione.

Il quadrante, successivamente consente al ciclista di mettere a punto la propria vestibilità, garantendo le massime prestazioni senza compromettere il comfort. Troviamo poi la suola in fibra composita X3 recentemente riprogettata. È capace di offrire una maggiore rigidità per un efficiente trasferimento di potenza.

Interessante anche lo spesso battistrada in gomma che garantisce una maggiore aderenza sui pedali e una migliore trazione per le sezioni fuori dalla bici durante le gare ciclocross. Ma qual è il prezzo di questo modello di scarpa? La Fizik Proxy si attesta sui 229 euro.

Autore Emanuele Peri

Sono un appassionato di ciclismo e di scrittura. Tutto è iniziato quando ero ancora molto piccolo e il giornalismo era il lavoro dei miei sogni. Unire questa passione ai pedali e alle due ruote è l'obiettivo verso cui tendere ogni giorno.

Visualizza tutti i post di Emanuele Peri →