Del Toro, al Tour Down Under brilla la stella del messicano: risultati e tappa di domani

Isaac Del Toro vince la seconda tappa del Tour Down Under con una bellissima azione nell’ultimo chilometro. Il messicano è giovanissimo e il futuro davanti a lui è roseo

Del Toro
Isaac Del Toro vince la seconda tappa del Tour Down Under - Foto TourDownUnder/Knight


Una stoccata a un chilometro dal traguardo finale e le braccia al cielo per la prima volta in carriera alla prima corsa da professionista, Isaac Del Toro, è nata una stella. Il messicano è senza parole, non può credere a quello che ha fatto, eppure è realtà: la seconda tappa del Tour Down Under è sua.

Grande sfida per il secondo posto dove allo sprint l’ha spuntata Corbin Strong della Israel-Premier Tech, bravo ad anticipare il suo compagno di squadra Stephen Williams. Quarto invece l’eritreo Biniam Girmay della Intermarché che chiude davanti a Caleb Ewan della Jayco-AlUla.

Con la vittoria odierna Del Toro veste anche la maglia di leader della classifica generale, che proverà a difenderla domani nella tappa che da Tea Tree Gully porterà il gruppo a Campbelltown.

Chi è Isaac Del Toro

Isaac Del Toro, messicano classe 2003, è alla prima stagione tra i professionisti, ma ha le stigmate del campione. La UAE Team Emirates, dopo la sua vittoria al Tour de l’Avenir tra gli Under 23, ha voluto subito metterlo sotto contratto, per non lasciarsi scappare questo talento.

Al Tour de France dei giovani Del Toro ha conquistato davvero tutto. Una tappa sul Col de la Loze, la maglia gialla della classifica generale, quella bianca di miglior giovane, quella verde della classifica a punti e quella a pois di miglior scalatore.

È stato terzo invece poche settimane prima al Giro della Valle D’Aosta, decimo alla Corsa della Pace e decimo anche al Sibiu Tour tra i professionisti. Ora in testa ha solamente una cosa: vincere il Tour Down Under.

La tappa di domani

Terza tappa che dovrebbe sorridere alle ruote veloci del gruppo del Tour Down Under 2024. Da Tea Tree Gully a Campbelltown i corridori dovranno affrontare 145,3 chilometri con soli due Gran Premi della Montagna nella prima parte della frazione.

Nonostante i tanti saliscendi, infatti, sembra plausibile un arrivo del gruppo compatto, dove i migliori sprinter potranno giocarsi il successo. Favorito numero uno Sam Welsford (Bora-hansgrohe), vincitore della tappa di apertura e idolo dei tifosi australiani.

Attenzione anche all’altro australiano Caleb Ewan della Jayco-AlUla, Phil Bauhaus della Bahrain-Victorious, ma anche al nostro Filippo Ganna della Ineos-Grenadiers che in queste prime giornate non si è fatto vedere.

Da non sottovalutare anche qualche azione da lontano, come accaduto oggi con Del Toro. La UAE Team Emirates però non vuole assolutamente perdere la maglia di leader e sorprendere il messicano non sarà affatto facile. Lavoro extra per il nostro Diego Ulissi, proprio del team mediorientale, che avrà il compito di tenere sotto controllo la fuga.

Autore Emanuele Peri

Sono un appassionato di ciclismo e di scrittura. Tutto è iniziato quando ero ancora molto piccolo e il giornalismo era il lavoro dei miei sogni. Unire questa passione ai pedali e alle due ruote è l'obiettivo verso cui tendere ogni giorno.

Visualizza tutti i post di Emanuele Peri →