Coppa del Mondo Ciclocross, Van Aert batte Van der Poel per la prima volta in stagione a Benidorm

Bellissimo successo di Wout Van Aert nella prova di Coppa del Mondo a Benidorm di Ciclocross. Van der Poel deve arrendersi

van aert ciclocross
Wout Van Aert in azione (foto: RedBull/ContentPool)


Il duello tra Wout Van Aert e Mathieu Van der Poel tiene banco ormai da diversi anni, che sia strada o ciclocross in realtà non fa molta differenza. Il belga e l’olandese anche quest’anno non si sono risparmiati e per tutto l’inverno abbiamo assistito a duelli senza limiti.

Proprio ieri è andata di scena a Benidorm un’altra bellissima sfida tra i due fuoriclasse nella prova di Coppa del Mondo Ciclocross. Una sfida ricca di colpi di scena e che ci ha tenuto incollati al televisore dal primo all’ultimo giro.

Partito nelle retrovie, Mathieu Van der Poel si è reso protagonista di una rimonta eccezionale, dalla diciannovesima alla prima posizione. A quel punto non sono mancate le sorprese: l’olandese è finito a terra perdendo nuovamente terreno, mentre il belga volava verso la vittoria.

A trecento metri da traguardo, il colpo di scena. Wout Van Aert imposta male una curva e cade, rompendo anche il sellino. Fortunatamente il resto della bici è intatta e il belga riesce a risalire sulla sua Cervélo, riprendendo la marcia verso la vittoria.

Van Aert: «Sono stato fortunato»

Van Aert ha parlato dopo il traguardo e la vittoria di Benidorm. “Sono dolorante al polso. Pensavo di essere molto avanti e quindi non ho voluto prendermi altri rischi, però per risalire ho commesso un errore, un errore che poteva essere madornale”.

Come ha fatto a cadere?Non so bene come, mi è scivolato l’anteriore probabilmente. Però è andata bene: poche centinaia di metri senza sella sono possibili, di più no, avrei potuto perdere una grande occasione“.

È una questione anche di numeri. “L’altro giorno mia madre si è rotta il polso. Si è sposata con mio padre il 13 luglio e io indossavo il numero 13. Quando ho visto il dorsale ho pensato subito che sarebbe stata la mia giornata. Anche Van der Poel è caduto ed è stato molto sfortunato“.

Wout Van Aert non sarà comunque al via dei Mondiali di Tabor in Repubblica Ceca. “Vedremo un campionato del mondo molto interessante, ne sono sicuro“.

Van der Poel: «La spalla sta bene»

Grande spavento anche per Mathieu Van der Poel, finito a terra e apparso anche piuttosto dolorante al traguardo. “Mi è saltata la catena al primo giro e ho dovuto inseguire, poi nel penultimo giro ho toccato troppo forte le barriere con la spalla e lì ho capito che per me era finita“.

Fortunatamente niente di grave. “Non mi sono fatto male, la spalla sta bene e posso continuare ad allenarmi anche in vista dei Mondiali di Tabor. Credo che tra due settimane starò molto meglio, qui a Benidorm non avevo le gambe giuste“.

A Van der Poel è piaciuto molto il percorso spagnolo. “Ce ne dovrebbero essere di più così, in più il pubblico qui è fantastico. Una vera battaglia“.

Autore Emanuele Peri

Sono un appassionato di ciclismo e di scrittura. Tutto è iniziato quando ero ancora molto piccolo e il giornalismo era il lavoro dei miei sogni. Unire questa passione ai pedali e alle due ruote è l'obiettivo verso cui tendere ogni giorno.

Visualizza tutti i post di Emanuele Peri →