Bici elettriche, chi le utilizza fa più esercizio fisico rispetto alle bici “classiche”

Utilizzare bici elettriche apporta una maggiore beneficio rispetto a quelle tradizionali: ecco i motivi

Una donna su una bici elettrica
Una donna su una bici elettrica - Foto Shutterstock | di Umomos


Chi utilizza le e-bike fa più esercizio fisico rispetto a chi pedala con una bici tradizionale. Sembra un paradosso eppure sono gli studi a dimostrarlo. Le ricerche, che sono state pubblicate su Electrek, hanno infatti evidenziato il motivo di quella che sembra una teoria assurda ma che, in realtà, non lo è per niente.

I ciclisti che utilizzano le e-bike, basate su un motore e una batteria per assistere il ciclista, tendono a pedalare per periodi di tempo più lunghi rispetto ai ciclisti che usano le tradizionali biciclette a pedali. E questo non solo perché trascorrono più ore in sella, ma anche perché percorrono anche molti più chilometri.

Quindi, anche se la pedalata è assistita, si usa un maggiore impiego di risorse fisiche proprio a causa del tempo prolungato che si passa in sella.

Perché le e-bike fanno spendere di più a livello fisico

Alla base dello studio, infatti, c’è la questione della pedalata assistita. Questa, seppur evita fatica ai ciclisti, porta a percorrere un numero maggiore di chilometri e a trascorrere più tempo in sella. Questo dipende dal fatto che il motore elettrico rende meno faticosi gli aspetti più ostici del ciclismo, come salite e scatti.

I ricercatori, analizzando i dati, hanno quindi scoperto che quando i ciclisti trovano meno faticoso pedalare, tendono a prolungare i tratti realizzati in bici. Alla luce di queste ragioni, gli studi giungono alla conclusione per cui l’equivalente metabolico di attività (in inglese Metabolic equivalent of task, MET) è più alto nel caso di utilizzo di e-bike.

Due amici sulle loro bici elettriche
Due amici sulle loro bici elettriche – Foto Shutterstock | di begalphoto

Ma la ricerca, inoltre, ha portato alla luce anche altri aspetti legati all’utilizzo delle biciclette elettriche. I ricercatori, infatti, hanno anche raccolto evidenze sul fatto che, utilizzando una e-bike, i ciclisti provano un maggiore divertimento nell’utilizzo di questi mezzi praticando sport per un tempo maggiore.

Nel caso di una bicicletta a pedalata assistita, quindi, questo significa trascorrere più tempo a pedalare e a mantenersi in forma.

Ovviamente, a parità di utilizzo, i ciclisti che utilizzano una e-bike con acceleratore non otterranno lo stesso livello di benefici rispetto a chi usa bici tradizionali che richiedono la pedalata. Uno svantaggio iniziale, che, tuttavia, si annulla e anzi permette di ottenere un maggior dispendio energetico, con una maggiore sforzo fisico, proprio per via della tendenza all’aumento dell’utilizzo della bicicletta.

Non solo, però, perché anche la costanza di utilizzo aumenta spingendo i ciclisti a percorrere tratte, mahgari in salita o comunque più impegnative, che senza la pedalata assistita non avrebbero affrontato con una classica bici a pedali.

Autore Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti.

Visualizza tutti i post di Matteo Vana →