Tirreno-Adriatico, Ayuso beffa Ganna a cronometro

Vittoria magistrale di Juan Ayuso nella prima tappa della Tirreno-Adriatico 2024 a cronometro: battuto Filippo Ganna

Ayuso Tirreno Adriatico
Juan Ayuso vince la prima tappa della Tirreno-Adriatico a cronometro (credits: LaPresse)


Nessuno poteva immaginarsi un simile Juan Ayuso, ma il momento della UAE Team Emirates, sulla scia di Tadej Pogacar alla Strade Bianche, è fantastico. Lo spagnolo ha conquistato la cronometro di apertura della Tirreno-Adriatico, esprimendo valori sensazionali.

Una prova magistrale del campioncino di scuola Matxin, capace di coprire i dieci chilometri in programma a Camaiore con un tempo di undici minuti e ventiquattro secondi. La cosa più impressionante è vedere Ayuso superare addirittura il nostro Filippo Ganna, due volte campione del mondo nelle prove contro il tempo.

Come si può spiegare la differenza di un solo secondo tra lo spagnolo e l’italiano? Sicuramente il corridore della UAE Team Emirates si è preso più rischi in curva, compensando i ritardi accumulati sui rettilinei. Nessuna paura di cadere e tanta voglia di vincere per lui.

Juan Ayuso: “È una doppia vittoria”

Juan Ayuso quasi non poteva credere ai propri occhi quando ha visto transitare Ganna sul traguardo di Lido di Camaiore. L’orologio non mente: un secondo di ritardo dalla sua prestazione e vittoria a cronometro conquistata.

Lo spagnolo ha così parlato in conferenza stampa, rispondendo alle domande dei giornalisti. “È fantastico vincere la cronometro nella corsa WorldTour di una settimana più importante. Ho sofferto fino all’ultimo momento guardando gli altri corridori che arrivavano. È una doppia vittoria: oltre alla tappa c’è anche il distacco sugli altri big. È anche vero che con un rivale come Jonas Vingegaard non sarei sicuro neanche con un minuto di vantaggio.

La Tirreno-Adriatico è una corsa molto importante per lo sviluppo della mia carriera. Da questa gara potrò confrontare il mio livello con alcuni dei migliori corridori al mondo. Questo mi servirà per capire dove sono, su cosa lavorare e come continuare a migliorare. Quello che Tadej [Pogacar] ha fatto alla Strade Bianche è stato qualcosa di mai visto per me, mi ha dato una grande motivazione. La Tirreno-Adriatico è il mio primo grande obiettivo della stagione. Iniziare così è speciale!”.

Tirreno-Adriatico, Ganna: “Meglio dell’Algarve”

Anche Filippo Ganna ha parlato dopo l’arrivo. “Sono migliorato rispetto all’ultima volta, quindi bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno. Spero di riuscire a tornare a vincere, ma per farlo devo continuare a lavorare duramente.

“Questa della Tirreno Adriatico sarà una settimana piuttosto complicata, ho visto il livello degli altri avversari, quindi toccherà difenderci o comunque cercare di trarre il meglio dalle tappe. Vediamo giorno per giorno, intanto la cronometro è andata. C’è da dire che questi valori in Algarve non riuscivo a tenerli, quindi sono felice dopotutto”.

Autore Emanuele Peri

Sono un appassionato di ciclismo e di scrittura. Tutto è iniziato quando ero ancora molto piccolo e il giornalismo era il lavoro dei miei sogni. Unire questa passione ai pedali e alle due ruote è l'obiettivo verso cui tendere ogni giorno.

Visualizza tutti i post di Emanuele Peri →