Corse della settimana: è tempo di Milano Sanremo

Torniamo con il nostro appuntamento delle corse della settimana. Non ci sarà solamente la Milano Sanremo, ma tutti aspettano la Classicissima

Milano Sanremo
Immagini dalla scorsa edizione della Milano Sanremo (credits: LaPresse)


Abbiamo appena messo alle spalle otto giorni davvero intensi con Parigi Nizza e Tirreno Adriatico che ci hanno tenuti incollati al televisore quasi in contemporanea. Il ciclismo però non si ferma con il calendario World Tour e Europe Tour che procede a passo spedito: ecco le corse della settimana.

Non ci si ferma, anzi tutt’altro. Sabato si correrà la prima classica Monumento della stagione, quella Milano Sanremo che ha scritto pagine meravigliose di ciclismo e continuerà a scriverle. Tutti vogliono conquistare la Classicissima in via Roma, ma solamente uno ci riuscirà.

A tenere il banco però non sarà solamente la Classica di Primavera. Dopo due giorni senza gare, si riparte mercoledì con la Milano Torino, ovvero la corsa più antica dell’intero calendario Uci, e la Danilith Nokere Koerse, classica belga molto interessante. Segue, il giorno successivo, il Grand Prix de Denain in Francia, mentre venerdì è in programma la Bredene Koksijde Classic. Domenica occhi puntati sul ciclismo femminile: c’è il Trofeo Alfredo Binda a Cittiglio.

Le corse della settimana

Come detto si parte con la Milano Torino, che offre quest’anno un tracciato non particolarmente impegnativo con partenza a Rho e arrivo a Salassa dopo 177 chilometri. Attenzione ai due Gran Premi della Montagna che anticiperanno il traguardo, Prascorsano e Colleretto Castelnuovo, che potrebbero rovinare i piani delle ruote veloci. Il favorito? Arnaud Demare, ma anche l’eterno Mark Cavendish.

Stesso giorno per la Danilith Nokere Koerse, che propone invece un percorso di quasi 190 chilometri con anche diversi tratti in pavé. Al via grandi corridori come il padrone di casa Jasper Philipsen che sabato sarà in appoggio a Van der Poel. Occhio anche a Tim Merlier, Stefan Kung e Gerben Thijssen.

Voliamo in Francia per il Grand Prix de Denain di categoria 1.Pro. Partenza e arrivo nella cittadina che porta il nome della corsa con 160 chilometri da affrontare ad appannaggio delle ruote veloci del gruppo. Non tanti campioni al via, ma ci saranno Stefan Kung, Yves Lampaert e Nils Politt.

La Bredene Koksijde Classic, sempre categorizzata 1.Pro, di ben 202 chilometri. Occhi puntati su Dylan Groenewegen, favorito numero uno per la vittoria finale. Chi può intromettersi? Gerben Thijssen, Arvid De Klein e Juan Sebastian Molano. Può far bene anche il nostro Luca Mozzato.

Milano-Sanremo

E arriviamo tra le corse della settimana, finalmente, al grande evento della Milano Sanremo, una vera e propria festa che però quest’anno non vedrà il consueto via del Castello Sforzesco. Partenza spostata a Pavia per una corsa “ridotta”, si fa per dire, a 283 chilometri.

Il percorso in realtà non cambia, è sempre lo stesso. Si affronta il Passo del Turchino a circa metà gara, poi sarà il momento del Capo Mele, del Capo Berta e del Capo Cervo. Decisive però saranno la Cipressa e soprattutto il Poggio, dove si deciderà la corsa.

I favoriti sono senza dubbio Tadej Pogacar e Mathieu Van der Poel, ma occhio alle sorprese. Intende fare bene il danese Mads Pedersen, Jasper Philipsen, Marc Hirschi, Arnaud De Lie, Christophe Laporte, Matej Mohoric. E gli italiani? Non perdiamo di vista Jonathan Milan e Filippo Ganna.

Autore Emanuele Peri

Sono un appassionato di ciclismo e di scrittura. Tutto è iniziato quando ero ancora molto piccolo e il giornalismo era il lavoro dei miei sogni. Unire questa passione ai pedali e alle due ruote è l'obiettivo verso cui tendere ogni giorno.

Visualizza tutti i post di Emanuele Peri →