Benefici della bicicletta: ecco perché pedalare fa bene

Andare in bicicletta fa bene sia al corpo che alla mente: ecco tutti i benefici legati alle due ruote

Benefici della bicicletta
Benefici della bicicletta - Foto Shutterstock | Lordn


I benefici legati all’uso della bicicletta sono molteplici; andare in bici, infatti, fa bene alla salute sia fisica che mentale. A dirlo sono anche le evidenze scientifiche che sottolineano come utilizzare la bicicletta sia quotidianamente come mezzo di trasporto, sia come allenamento sportivo, apporta numerosi benefici all’organismo.

Pedalare, infatti, è un’attività fisica che aiuta a prevenire varie patologie, tra cui quelle cardiovascolari. Ma non solo perché è utile anche per l’umore, per le articolazioni, per il fisico e tanto altro ancora. Ma quali sono i benefici della bicicletta? Ecco i più importanti.

Tutti i benefici della bicicletta

Andare in bici fa bene. A dirlo è la scienza grazie a diversi studi che confermano come pedalare anche per pochi minuti al giorno – in alcuni casi anche meno di mezz’ora – può apportare benefici notevoli al corpo e alla mente. La conferma arriva da uno studio del 2004 nel quale sono state prese in esame 378.253 persone di età compresa tra 16 e 74 anni, residenti e lavoranti nei council areas di Edimburgo e Glasgow: tra questi l’1,85% dei pendolari a Glasgow e il 4,8% a Edimburgo si recava al lavoro in bicicletta. Tra i ciclisti, il 9% aveva una prescrizione per la salute mentale, rispetto al 14% dei non ciclisti.

Ma andare in bicicletta non fa bene solo alla mente, ma anche al corpo. Come tutte le attività aerobiche , infatti, aiuta il sistema cardiocircolatorio facendo diventare più grande il cuore e, di conseguenza, aiutandolo a pompare più sangue riducendo il rischio di ipertensione e infarto.

Una donna in bicicletta
Una donna in bicicletta – Foto Shutterstock | muse studio

Tra i benefici della bicicletta, poi, c’è anche la protezione delle cartilagini di anche, ginocchia e caviglie, che vengono allenate con il movimento rotatorio della pedalata senza sovraccaricare le articolazioni. Inoltre, la posizione stessa che si assume quando si pedala, protegge anche la colonna vertebrale, perché il peso viene scaricato attraverso la bicicletta su manubrio e sellino.

Secondo i ricercatori della Facoltà di medicina dell’Università di Stanford, però, andare in bicicletta aiuta anche a curare l’insonnia. Diversi studi hanno evidenziato che pedalare 20-30 minuti al giorno aiuta ad addormentarsi nella metà del tempo e aumenta di circa un’ora il sonno. In quanto attività motoria, poi, aiuta a mantenere il corpo tonico. Anche spostamenti di pochi chilometri possono essere utili a contrastare la sedentarietà.

Ultimo, ma non in ordine di importanza. andare in bicicletta fa bene anche all’ambiente e al portafoglio. Utilizzando le due ruote al posto dell’auto, anche solo per andare a lavoro, si riducono in maniera significativa la soglia di emissioni inquinanti emesse nell’ambiente. Oltre a questo, poi, c’è anche un risparmio notevole in termini di benzina. Secondo la rivista Forbes, il costo operativo annuale di un’automobile è pari a circa 7.000 euro contro il costo annuale di una bici, stimato in 280 euro: circa 26 volte in meno.

Autore Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti.

Visualizza tutti i post di Matteo Vana →