Classiche Ciclismo 2012: tutte le date delle gare

Classiche Ciclismo 2012: tutte le date delle gare

classiche ciclismo 2012

Sono state diffuse tutte le date delle Grandi Classiche di Ciclismo 2012 ossia le gare storiche, quelle più importanti e che fino a pochi anni fa erano incluse nella speciale classifica della Coppa del Mondo. Si inizia ovviamente con la Classicissima di Primavera, la Milano Sanremo che quest’anno si correrà il 17 marzo: vi abbiamo già fatto cenno di questa gara visto che si ricorderanno gli alluvionati della Liguria, sintomo che il ciclismo non dimentica i più sfortunati e il territorio. Scopriamo gli altri appuntamenti.

Una settimana dopo la Sanremo è il turno della meno prestigiosa ma comunque importante Gent-Wevelgem il 25 marzo con occhi puntati sulle ruote più veloci e resistenti. Da non perdere il 1 aprile il Giro delle Fiandre che aprirà la stagione delle gare del nord, l’anno scorso letteralmente dominato (soprattutto nella seconda parte) da quel diavolo di Philippe Gilbert.

8 Aprile con la Parigi Roubaix che come sempre sarà una gara a sé, meno semplice da interpretare perché strettamente legata alle condizioni meteo. 15 aprile in Olanda con la Amstel Gold Race che poi sarà seguita tre giorni dopo il 18 aprile dalla Freccia Vallone (Fleche Wallonne) e ovviamente dalla Liegi Bastogne Liegi (Liège-Bastogne-Liege) il 22 aprile.

Si chiuderà con le gare di estate-autunno con la Clasica di San Sebastian il 14 agosto e con il Giro di Lombardia il 29 ottobre prossimo. In mezzo, dal 15 al 23 settembre si correranno i campionati del mondo di ciclismo nella settimana dal 15 al 23 settembre. Una stagione da non perdere, ecco il calendario UCI completo.

336

Segui Sui Pedali

Lun 26/12/2011 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Anty 2 giugno 2012 13:14

Sono totalmente d’accordo.Anche a me piace coeaidnrsre l’opera di Simenon come un luogo sicuro a cui tornare dopo le fatiche di altre letture.I Maigret, pur essendo notevoli, costituisocno solo un aspetto della sua produzione e coeaidnrsre solo questa sarebbe riduttivo.

Rispondi Segnala abuso
Seguici