Tour de France 2012: favoriti per la vittoria finale, i pronostici

Tour de France 2012: favoriti per la vittoria finale, i pronostici

CYCLING TOUR DE FRANCE 2011 STAGE 21

Mancano due giorni alla partenza del Tour de France 2012 che da Liegi scatterà per la 99esima edizione della Grande Boucle con 198 corridori e 22 squadre. Quali sono i favoriti per la vittoria finale dell’edizione del 2012? Ovviamente l’omino in giallo che potete ammirare nella foto qui sopra, riferita al podio dell’anno scorso, sarà ancora al vertice dei pronostici. Ma l’australiano Cadel Evans dovrà guardarsi le spalle da un rivale che promette battaglia e che non è mai stato così in forma: il britannico Bradley Wiggins ha vinto praticamente qualsiasi mini-corsa a tappe abbia affrontato quest’anno e sembra imbattibile nelle crono lunghe (che al Tour non mancheranno) e imperturbabile in salita. L’incognita numero uno per l’Italia è ovviamente Vincenzo Nibali, che ha giocato tutto sulla corsa gialla.

Il Tour de France 2012 scatterà dopodomani da Liegi per la 99esima edizione, ecco la nostra guida con tutte le tappe e il percorso e l’approfondimento sulle salite che si affronteranno lungo le tre settimane di gara dal cronoprologo in Belgio all’arrivo finale ovviamente a Parigi. Saranno 198 i corridori e 22 le squadre, ormai i partenti di primo piano sono stati comunicati, rimane solo da risolvere qualche dubbio sulle riserve. Di sicuro, però, i favoriti per la classifica finale, per le tappe in volata e quelle in salita nonché gli uomini da fuga sono già sicuri e possiamo così isolarli.

Cadel Evans è il favorito numero uno: il capitano della BMC tenta la doppietta e sarà supportato da un Hincapie alla 17esima partecipazione al Tour (record). Bradley Wiggins (Sky) potrà contare su gregari d’eccezione come Rogers che ha terminato dietro al capitano il Giro del Delfinato 2012. Alexandre Vinokourov ormai 39enne sembra al momento della celebrazione sul viale del tramonto, probabilmente l’Astana punterà più su Brajkovic e Kiserlovski. Vincenzo Nibali deve dimostrare di aver recuperato, le nostre speranze sono sulle sue spalle. Ryder Hesjedal tenterà l’impossibile accoppiata Giro-Tour, di certo il coraggio non gli manca. Meno pronosticabile un ormai stanco Denis Menchov, più pimpante Damiano Caruso. Van den Broeck punta al podio così come Gesink. Da valutare la condizione della coppia Valverde-Cobo e di Leipheimer-Martin con quest’ultimo favorito nelle crono. Frank Schleck e Fabian Cancellara (RadioShack-Nissan) proveranno a giocare le carte a sorpresa.

Peter Sagan (Liquigas Cannondale) sarà uno dei protagonisti annunciati per la lotta alla maglia verde che assalterà in volata così come negli arrivi tecnici, facendo attenzione a un misterioso Philippe Gilbert (BMC). Il re delle volate rimane però Mark Cavendish, l’uomo da battere soprattutto per Matthew Goss (Orica Greenedge). Marcel Kittel (Argos Shimano) ha già dimostato di saper vincere tappe in filotto, ma mai in grandi corse. Tyler Farrar (Garmin) è reduce da un Giro deludentissimo, si rifarà? Infine grande attenzione alla prova di Alessandro Petacchi (Lampre-ISD). Per quanto riguarda gli uomini di giornata, David Moncoutiè della Cofidis è il classico corridore che punta tutto sulle tappe del Tour, ma come non citare Thomas Voeckler che l’anno scorso arrivò addirittura quarto nella generale e Rolland vincitore nel 2011 sull’Alpe d’Huez. Occhio in modo particolare all’olimpico Samuel Sanchez (Euskaltel), a Sandy Casar (FDJ-BIG MAT) e al nostro Michele Scarponi (Lampre-ISD) che punterà alle salite mitiche.

665

Segui Sui Pedali

Gio 28/06/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Paolo Pennavaria
Paolo Pennavaria 28 giugno 2012 12:32

é dura, ci vorrebbe la gara perfetta per Vincenzo Nibali,
Forza Nibali!!!

Rispondi Segnala abuso
Seguici