Tour de France 2009: Haussler lacrime e pioggia

Tour de France 2009: Haussler lacrime e pioggia

Haussler

Tappa dalle grandi emozioni quella di oggi con arrivo a Colmar: tante salite, pioggia a fiumi e un ragazzo che dopo aver sfiorato la Milano Sanremo arriva in lacrime alla più intensa vittoria della sua vita, a 30 km di casa dopo averne fatti 200 contro il gruppo. Fantastico Heinrich Haussler

  • Haussler
  • Haussler

Sorride nella pioggia anche un altra coppia di corridori: Franco Pellizotti completa il sorpasso in testa alla classifica della maglia a pois e Rinaldo Nocentini conserva ancora per un giorno (anzi due, domani non dovrebbe dare problemi) la maglia gialla. Eppure oggi sarebbe stata durissima. E’ stata dura, ma il gruppo ha deciso di non farsi male; l’unico che si è fatto male in realtà è stato Levi Leipheimer che se ne torna a casa col polso rotto.

Oggi hanno affrontato nell’ordine lo Xertigny (2000 metri al 5,3%), lo Schlucht (8900 metri al 4,2%), il Platzerwasel (8700 metri al 7, 6%), il Bannstein (2100 metri al 5,1%) e infine il Firstplan (8400 metri al 5,4%) ai meno 20 km. Haussler si è sbarazzato un po’ per volta dei compagni di fuga, forte come un toro nonostante la pioggia a dimostrazione che a lui la salita non fa paura pur essendo un corridore veloce. Secondo Txurruka (a 4’10), poi terzo Feillu (6’13″) e quarto uno scoppiato Chavanel (6’31″)

222

Segui Sui Pedali

Ven 17/07/2009 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
STen 17 luglio 2009 18:16

Hai capito Rinaldo ..

Rispondi Segnala abuso
Seguici