Tour de France 2009 cronosquadre Montpellier all’Astana, Lance quasi giallo

Tour de France 2009 cronosquadre Montpellier all’Astana, Lance quasi giallo
  • Commenti (2)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Astana Montpellier

Grande spettacolo al Tour de France 2009: la cronometro a squadre di Montpellier ha scaldato gli animi come mai era successo in questa disciplina forse un po’ troppo votata agli sponsor. Tante brutte cadute e un finale coinvolgente con la vittoria netta dell’Astana e Armstrong che non si veste di giallo per 20 centesimi. E’ stata la sua unica chance di ritornare leader almeno per un giorno?

Fabian Cancellara contro l’Astana: un duello impari che ha premiato lo svizzero che quasi da solo ha completato il percorso portandosi dietro Sastre e compagnia bella. Astana contava su fior di specialisti come Kloden, Contador, Armstrong e Leipheimer solo per citare i quattro colonnelli. A dire la verità Contador pedalava sempre con qualche riserva, come biasimarlo? Armstrong ha dato tutto se stesso, con l’età è rimasto un ottimo cronoman, ma probabilmente in salita pagherà. E se non lo farà sarà davvero la conferma che è un extraterrestre.

Tante cadute purtroppo sia per le molteplici curve e rotonde sia per l’asfalto non proprio perfetto. Cade il campione del mondo Ballan nella stessa curva dove poco prima era scivolato lo sfortunato re del Giro Menchov (a picco in classifica), ma si è visto anche un volo in parata della Bouygues Telecom sul prato. La Rabobank perde 1’37″; la Saxo 40″; bravissima la Liquigas quarta a 38″, un secondo prima gli specialisti della Columbia.

257

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mar 07/07/2009 da in ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Anonimato 8 luglio 2009 10:38

so che lo fa anche per una causa nobile, però da medico non si può dire che ha vinto 6 volte di seguito il Tour senza aver ingurgitato dei medicinali che lo hanno aiutato, quindi dovrebbe essere almeno onesto ad ammetterlo ma non lo fa per cui è scorretto sia verso sè stesso che verso chi è pulito, sei un buffone

Rispondi Segnala abuso
Alessandro 8 luglio 2009 22:41

armstrong ha vinto i suoi 7 Tour grazie a duri allenamenti in salita e durante la sua carriera è stato sempre disponibile all’antidoping e non credo che avrebbe assunto sostanze dopanti sapendo le malattie a cui si può andare incontro. Lance è solo da elogiare perchè dopo aver superato una bruttissima malattia come il cancro è salito in bici e ha fatto la storia.

Segnala abuso
Seguici