Thomas Voeckler bis al Tour 2012, crolla Cadel Evans

Thomas Voeckler bis al Tour 2012, crolla Cadel Evans

voeckler tour 2012 bis

Thomas Voeckler concede il bis al Tour de France 2012: il corridore dell’Europecar vince la seconda tappa pirenaica come sempre andando in fuga dai primi chilometri e conquistando anche la maglia a pois. La frazione ha visto ancora una volta un Vincenzo Nibali splendido, con due attacchi perentori sul Peyresourde dopo il grande lavoro (finalmente) di Ivan Basso anche sull’Aspin. Hanno resistito solo i primi due della classifica generale ossia Chris Froome e ovviamente Bradley Wiggins, che hanno chiuso una volta per uno sugli attacchi del siciliano. Crolla definitivamente Cadel Evans: la voglia e la testa sono quelle di sempre ma gli anni si fanno sentire sulle gambe dell’australiano.

Era una tappa da leggenda, la sedicesima frazione del Tour de France 2012 con partenza da Pau e arrivo a Bagnères-de-Luchon dopo 197 chilometri conditi di salite mitiche: si è iniziato con l’Aubisque (16,4 km al 7,1% di pendenza media); poi si è transitato sul Tourmalet (19 km al 7,4%), la montagna più alta di questa edizione con passaggio a 2115 metri, dunque l’Aspin (12,4 km al 4,8%) e infine il Peyresourde (9,5 km al 6,7%) che ha fatto da trampolino verso l’arrivo posto dopo una veloce e placida discesa poco tecnica. Vincenzo Nibali era il favorito numero uno dei pronostici, ma non era certo una discesa per lui. Quindi, ha provato in salita.

La Liquigas Cannondale ha fatto il Team Sky di giornata e dopo aver lasciato tirare gli inglesi sulle prime salite come in una sorta di lunghissima volata, ha messo Ivan Basso a aumentare l’andatura sull’Aspin: finalmente il varesino si è messo a disposizione del giovane compagno di squadra, dando il colpo di grazia a Cadel Evans (poi giunto sul traguardo con oltre 5 minuti di ritardo) e facendo staccare anche altri protagonisti. Nibali ha provato l’attacco due volte, ma è stato ripreso prima da Froome e poi da Wiggins, per poi batterli nella volata del gruppetto. Il podio è suo, ma sicuramente domani proverà nuovamente a far saltare il banco.

Infine Voeckler: presuntuoso, supponente, insopportabile, ma anche spietato e con una condizione strepitosa, il francese conquista la sua seconda tappa al Tour de France 2012 (dopo aver battuto il nostro Scarponi) e si assicura la maglia a pois. Era andato in fuga con un corposo gruppo di altri 37 corridori tra cui George Hincapie che si è sfracellato in discesa procurandosi diverse ferite. Ha poi aiutato Evans sul finale meritandosi l’arrivo mano nella mano. Dispiace molto per un guerriero come Cadel, ma il tempo passa per tutti.

486

Segui Sui Pedali

Mer 18/07/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici