Segui il Tour de France 2011 online su Sui Pedali!

Segui il Tour de France 2011 online su Sui Pedali!
  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

alberto contador tour 2011

Il Tour de France 2011 partirà sabato 2 luglio dalla Vandea e ci terrà compagnia fino a fine mese con tre settimane di grande ciclismo per le strade oltre le Alpi – ma anche al di qua, con Pinerolo – alla caccia della maglia gialla. Con Sui Pedali seguiremo la corsa e vi racconteremo tutti i risultati in tempo reale. L’arrivo è ovviamente fissato a Parigi, con la classica passerella finale che incoronerà il successore di Alberto Contador, vincitore nel 2010. Per la verità lo spagnolo parte favorito anche quest’anno…

Già perché è ancora valida la legge che, esclusa la primissima partecipazione, Alberto Contador ha vinto tutte le grandi corse a tappe a cui ha partecipato. Ossia due Giri d’Italia, tre Tour de France e una Vuelta di Spagna. Quest’anno si è già assicurato il Giro 2011.

E proverà a compiere la doppietta Giro-Tour riuscita solo a Marco Pantani nel 1998 in tempi recenti. Per la verità a inizio anno aveva promesso che sarebbe andato alla caccia anche della Vuelta, nel caso in cui (come poi è avvenuto) la squalifica fosse stata tolta.

I rivali sono determinati e ben preparati, rispondono al nome di Cadel Evans, Andy Schleck e Ivan Basso. C’è grande interesse intorno a Damiano Cunego come possibile variabile impronosticabile per le tappe. Petacchi si getterà nelle volate contro Cavendish, occhio anche a Gilbert per qualsiasi arrivo da finisseur.

324

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mer 29/06/2011 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Pisu.64
Pisu.64 1 luglio 2011 15:04

Forza Andy… te lo meriti. Se vincerà Contador va bene lostesso… la storia del clenbuterolo (o come si chiama) è una bufala… e comunque ancora nessuna autorità si è dichiarata… quindi buuuuuu ai francesi che l’hanno fischiato e buuuuuu a tutti gli italiani che sono invidiosi del fatto che i nostri eroi sono miserabilmente infangati da storie ben più pesanti dell’infinitesimale e irrilevante quantità di quella sostanza… così infinitesimale e irrilevante che, ripeto, nessuna autorità si è ancora pronunciata con dei provvedimenti di squalifica. Solo chiacchiere e distintivo direbbe il grande De Niro!

Rispondi Segnala abuso
Seguici