Olimpiadi 2012 Londra: Bradley Wiggins campione a cronometro

Olimpiadi 2012 Londra: Bradley Wiggins campione a cronometro

Bradley Wiggins

Si sono completate le prove a cronometro delle Olimpiadi 2012 di Londra e l’oro maschile va come da previsioni a un mostruoso Bradley Wiggins – che tra l’altro è regala la prima medaglia più preziosa alla Gran Bretagna – e a Kristin Armstrong tra le donne. L’americana va a bissare il successo di Pechino 2008 mentre l’inglese consegue il quarto oro olimpico dopo le tre conquistate sulla pista nella specialità dell’inseguimento prima a Atene 2004 e poi in Cina quattro anni fa. L’Italia rimane a secco, ma comunque non sfigura con Marco Pinotti che si posiziona al quinto posto tra gli uomini, davanti a un dolorante Fabian Cancellara, mentre tra le donne la migliore è Tatiana Guderzo solo al 21esimo posto. E ora ci si trasferisce sull’anello al coperto, dove la Gran Bretagna proverà a fare incetta di premi.

Bradley Wiggins era il favorito assoluto della prova olimpica a cronometro maschile delle Olimpiadi 2012 di Londra ed è riuscito a far mandare giù il boccone amaro della prova su strada con l’incredibile vittoria di Alexandre Vinokourov e la delusione di Mark Cavendish. Con una prestazione esagerata, il 32enne vincitore del Tour de France 2012 completa il percorso alla media superiore ai 52km/h anticipando il tedesco Tony Martin e il connazionale e compagno di team Chris Froome. Gara perfetta per Wiggins, che ha vinto tutti i parziali e ha chiuso staccando i rivali in modo molto pesante.

Quarta piazza per l’americano Taylor Phinney, quinto Marco Pinotti (bravissimo) e sesto Fabian Cancellara che dopo il traguardo si è abbandonato a terra in preda a forti dolori alla spalla sbattuta sull’asfalto sabato. Wiggins porta così a quattro il totale delle medaglie vinte dopo quelle a inseguimento di Atene 2004 e di Pechino 2008 (due). Passando alla prova femminile, l’oro rimane nelle mani della vincitrice di quattro anni fa ossia Kristin Armstrong, che precede la tedesca Judith Arndt e la russa Zabelinskaya che vincono rispettivamente la medaglia d’argento e quella di bronzo. L’americana è stata anche campionessa mondiale a cronometro nel 2006 e nel 2009

L’atleta statunitense ha completato i ventinove chilometri lungo le sponde del Tamigi in un tempo di 37’34”82, mentre le italiane non hanno particolarmente brillato dato che Tatiana Guderzo si è classificata al 21esimo posto con un tempo di 41’48”94 appena un posto davanti all’altra azzurra ossia Noemi Cantele, 22esima con un tempo di 41’51”18. E ora sotto con le prove su pista.

488

Segui Sui Pedali

Mer 01/08/2012 da in ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici