Liegi Bastogne Liegi 2012 a Maxim Iglinskiy che beffa Vincenzo Nibali

Liegi Bastogne Liegi 2012 a Maxim Iglinskiy che beffa Vincenzo Nibali
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

liegi bastogne liegi 2012

Che Maxim Iglinskiy abbia vinto la Liegi Bastogne Liegi 2012 con una grande azione non ci sono dubbi, il problema è che è andato a riprendere e staccare impietosamente Vincenzo Nibali, che era scattato con una progressione entusiasmante sulla salita di Roche aux Faucons, facendoci sperare nell’impresa. Peccato, ma pur nella sconfitta amara del secondo posto, Nibali può ritornare a casa con la certezza di una condizione che è prossima al top, per il Giro d’Italia che inizierà tra due settimane in Danimarca. Sarà lui l’indiziato numero uno per la maglia rosa e magari anche il candidato a ruolo di capitano al Tour de France, per buona pace di Ivan Basso.

Vincenzo Nibali aveva promesso l’attacco e ha mantenuto le promesse scattando non sul Saint Nicholas ossia la salita degli italiani tradizionale trampolino di fuga per l’arrivo della Liegi quanto sulla Roche aux Faucon, prendendosi qualche secondo che poi si è leggermente gonfiato durante la successiva discesa, sul terreno prediletto dal siciliano. Sembrava potesse farcela, ma proprio sulla salita degli italiani si è piantato, subendo la rimonta del kazako Maxim Iglinskiy dell’Astana, che l’ha ripreso e staccato senza pietà, involandosi verso il traguardo.

L’espressione di Vincenzo Nibali all’arrivo diceva tutto, una delusione grandissima, ma non c’è niente da togliere al kazako, che ha giocato le proprie carte ottimamente, scattando nel momento giusto. Opinione contraria per Nibali “Iglinskiy è un ottimo corridore, ma avrei preferito che fosse Philippe Gilbert a riprendermi, mi sono mancati mille metri, se il traguardo fosse stato un chilometro prima…mi sono mancate un po’ le gambe nel finale“. Vero, ma in questo momento Gilbert non è lo stesso del 2011 – è rimasto addirittura imbottigliato nel secondo gruppetto – e la realtà fa rima con l’alfiere dell’Astana, che va a trionfare nella sua prima Grande Classica. Nel 2010 aveva trionfato alle Strade Bianche.

Il successo dell’Astana si riempie con il terzo posto di Enrico Gasparotto, che dimostra una condizione super dopo aver trionfato nell’Amstel Gold Race della scorsa settimana. E ora la strada continuerà piuttosto liscia fino al Giro d’Italia 2012 che inizierà il 5 maggio per terminare il 27 maggio dopo tre settimane a tutte, con tre giorni in Danimarca e il ricciolo che dall’Adriatico scenderà fino a Lago Laceno per poi risalire dal Tirreno e girare sulle Alpi per terminare a Milano. Seguitelo con noi.

474

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Lun 23/04/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici