Giro d’Italia 2010: i ciclisti e le squadre partecipanti, ecco l’elenco

Giro d’Italia 2010: i ciclisti e le squadre partecipanti, ecco l’elenco
  • Commenti (4)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Giro d'Italia 2010 squadre ciclisti partecipanti

Giro d’Italia 2010: ecco l’elenco di tutti i corridori e ciclisti partecipanti con le rispettive squadre che prenderanno il via da Amsterdam all’edizione 93 della corsa Rosa che quest’anno finirà a Verona il 30 maggio. Il numero uno – in assenza del vincitore uscente Menchov – va al campione del mondo nonché favoritissimo Cadel Evans

Diamo un’occhiata dunque all’elenco delle squadre invitate/convocate con i rispettivi capitani, mentre in galleria potete trovare gli specchietti con tutti i corridori invitati e le riserve per ciascuna equipe. Ricordiamo che Franco Pellizotti è stato escluso per via della “questione passaporto biologico”, qui tutti i dettagli

  • squadre-giro-di-italia-2010
  • fotoon
  • colnago

RCS Sport ha diffuso l’elenco delle squadre invitate con la BMC Racing Team e il campione del mondo Cadel Evans numero uno, poi troviamo l‘Acqua & Sapone D’Angelo Antenucci con l’ex maglia verde e ex maglia rosa 2000 Stefano Garzelli, AG2R La Mondiale mette in prima fila Tadej Valjavec, la Androni giocattoli – Diquigiovanni Michele Scarponi, Astana punta su Alexander Vinokourov, nella francese BBOX Boygues Telecom spicca il folletto Thomas Voeckler, Marzio Bruseghin vestirà i colori della Caisse d’Epargne

Altro favorito d’obbligo alla Cervelo Test Team ecco Carlos Candil Sastre, il francese David Moncoutiè è capitano della Cofidis, alla Colnago – Csf Inox c’è da seguire con attenzione Domenico Pozzovivo, mentre la Footon – Servetto convoca Ermanno Capelli. Un velocista altalenante della Garmin – Transistions, porta il nome di Tyler Farrar, Damiano Cunego difenderà i colori della Lampre – Farnese Vini, Ivan Basso senza Pellizotti, ma con Nibali della Liquigas Doimo, ecco anche la Omega Pharma – Lotto con Sebastian Lang, la Quickstep con Wouter Weylandt, il tricampione mondiale Oscar Freire con la Rabobank, da seguire la Sky Professional Cycling Team con Bradley Wiggins, senza Cavendish la Team HTC Columbia punta su Andrè Greipel, Pozzato guida la Katusha, la Team Milram è capitanata dal tedesco Linus Gerdemann e infine il Team Saxo Bank a Chris Sorensen

395

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mar 04/05/2010 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Roberto 5 maggio 2010 23:45

Caro Diego, con tutto il rispetto… permettimi di sottolineare che con la Lampre c’è anche Simoni che, anche se non è il favorito, penso che meriti di essere almeno citato, e anche evidenziato in grassetto, non solo per i podi e le vittorie, ma per l’onestà e l’umiltà con cui ha onorato questa corsa per 15 anni. Non trovo nessuno alla sua altezza nella storia del ciclismo recente. Nessuno che come lui sia degno di menzione d’onore. E invece non è stato nemmeno nominato in quella lunga lista ricca di evidenze. Peccato. :-(

Rispondi Segnala abuso
8 maggio 2010 18:58

Gilberto Simoni è una leggenda del ciclismo moderno italiano,sia come atleta sia sopratutto come uomo mi dispiace molto che pochi mettano in risalto queste doti davvero rare ultimamente in questo stupendo sport.Forza Gilberto mettiamo la candelina sopra una meravigliosa carriera.In bocca al lupo

Segnala abuso
Paolo 7 maggio 2010 18:13

Sono anch’io daccordissimo con Roberto…Simoni merita + rispetto…è stato l’ultimo grande campione italiano checchè se ne dica…comunque vedendo l’elenco dei partecipanti rimango dell’idea che ci sono almeno 3/4 squadre che sono venute al giro con ciclisti semi-sconosciuti che saranno meno che comparse sulle strade d’italia…è evidente che il tour sia più sentito e tenuto in considerazione e questo è normale…quello che non capisco è perchè quindi gli organizzatori non puntino ad invitare più squadre italiane (per quanto possibile) così da dare spazio ai giovani talenti tricolori che forse un giorno diventeranno campioni…invitare Cofidis, Bouyges Telecon, Ag2er che vengono con squadre di illustri sconosciuti che da anni non producono nulla sulle strade del giro e lasciare a caso la Flaminia di Riccò che ha raccolto risultati importanti è SCANDALOSO!!!!…

Rispondi Segnala abuso
Roberto 8 maggio 2010 10:10

Insomma siamo tutti d’accordo mi sembra… Zomegnan sarà sicuramente un uomo d’affari ma si sta rendendo impopolare con queste sue scelte di punizione nei confronti di alcuni corridori. Gianno Bugno ha commentato recenteme: “in questo modo alcuni corridori scontano una seconda squalificia e questo non è giusto”. Ecco: poche parole ben dette! Oviamente solo alcuni corridori vengono squalificati per la seconda volta da sua maestà Zomegnan, che evidentemente è entrato in una fase di delirio di onnipotenza (avrà cominiciato a frequentare Silvio? :-) ) e dimostra al mondo intero tutto il suo potere, concedendo la grazia ad alcuni e il pollice verso ad altri. Decide lui! Che sia ben chiaro.
Riccò è giovanne e ha talento… tornerà presto e spero che non cambi carattere… preferisco uno che parla senza tanti giri di parole.

Segnala abuso
Seguici