Elia Silvestri prende tutto nel tricolore ciclocross

Elia Silvestri prende tutto nel tricolore ciclocross
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

ciclocross tricolore 2011

Elia Silvestri completa il colpaccio e vince in un solo colpo la maglia tricolore sia per la categoria Elite sia per l’Under 23 al campionato italiano di ciclocross. L’atleta della Selle Italia Guerciotti Elite è infatti riuscito a superare la concorrenza e a far valere la sua giovane età: trionfando nella classifica generale ed essendo eleggibile anche per quella Under 23 ha così fatto filotto andando a prendersi entrambe le maglie. Un risultato eccellente, molto più di una promessa per il futuro.

Elia Silvestri ha vinto così il campionato italiano di ciclocross e le maglie tricolore di entrambe le classifiche: la Elite che include tutti gli atleti professionisti e la Under 23 che appunto raggruppa tutti i corridori sotto i 23 anni d’età. Un doppio colpo reso ancora più prezioso dall’aver staccato il favorito numero uno ossia il campione del 2010, Marco Aurelio Fontana.

Elia Silvestri è andato da subito all’attacco e ha sfiancato una concorrenza non così pronta come si poteva aspettarsi alla partenza. Enrico Franzoi – altro favorito di giornata – ha perso immediatamente terreno a causa di una foratura e non ha più recuperato. Fontana (Cannondale Factory Racing) ha rincorso per tutta la gara ma si è arreso a sette secondi dal vincitore.

Terza piazza per Marco Bianco (Cs Esercito) e quarta per Cristian Cominelli del Team Idea. Mentre la classifica Under 23 ha visto l’argento andare a Daniele e il bronzo Luca Braidot, entrambi portabandiera del Gruppo Sportivo Forestale, con distacchi di 1’36″ e a 2’54″.

291

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Lun 09/01/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici