Cuneo – Pinerolo 10a tappa Giro d’Italia 2009: altimetria e dettagli

Cuneo – Pinerolo 10a tappa Giro d’Italia 2009: altimetria e dettagli
  • Commenti (4)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Cuneo Pinerolo

Viene considerata la prima grande tappa di montagna del prossimo Giro d’Italia 2009 del Centenario, stiamo parlando della Cuneo – Pinerolo che valica la frontiera francese per poi ritornare sul suolo patrio e concludersi ricordando l’impresa di Coppi di 60 anni fa. Vediamo tutti i dettagli, la planimetria e l’altimetria.
AGGIORNAMENTO: causa difficoltà di transito e problemi con frequenze radio in Francia la tappa non sconfinerà rimanendo in territorio italiano. Saltano quindi Agnello, Vars, Izoard e Monginevro, viene introdotto il Moncenisio.

  • Altimetria Cuneo Pinerolo
  • Planimetria Cuneo Pinerolo

Partenza da Cuneo a 599 metri sul livello del mare e arrivo a Pinerolo dopo 250 km a 372 m s.l.m, ma in mezzo alcune tra le salite più famose del ciclismo, che hanno fatto leggenda. Si parte con il Colle della Maddalena dopo 63 km fino a un’altezza di 1996 metri poi si scende per 16 km fino all’attacco del Vars in territorio francese. La salita termina dopo 14 km a un’altezza di 2019 metri al 5.7% di pendenza media.
Dopo 19 km di discesa si raggiunge l’attacco del Col d’Izoard (vedi articolo dedicato), una delle salite leggendarie del ciclismo: lungo 16 km, ha una pendenza media al 6,9% che non deve trarre in inganno perché selettiva. Poi discesa veloce verso Briancon per poi pedalare sul Monginevro, 8 km al 6,4%, una salita regolare che fa da preludio all’ultima ascesa di giornata al Sestriere posizionata a oltre 55 km dall’arrivo. Il Sestriere è lungo 14 km al 5,9%.
Le polemiche riguardano la distanza dell’ultima salita dall’arrivo, 55 km appunto, che può di fatto “rovinare” ciò che di buono si creerà sulle ascese precedenti visto che la lunga discesa e poi la pianura fino a Pinerolo potrebbe dare una grossa mano a chi si è staccato. Certo è che chi andrà in crisi non potrà fare miracoli, ma chi avrà una giornata non eccellente potrebbe giocare d’astuzia e regolarsi di conseguenza sulle salite per poi limare nel tratto finale.
Arriverà un gruppo consistente? Qualcuno vorrà imitare Coppi arrivando da solo dopo una galoppata sulle Alpi? Difficile. Più verosimile pensare a un gruppetto non certo ristrettissimo con i migliori. Ma tutte le risposte arriveranno a Maggio, il 19 ossia il giorno dopo il riposo (altro dato da tenere in considerazione).

395

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Ven 30/01/2009 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Roberto 11 febbraio 2009 16:57

Peccato solo per quei 55 Km di discesa dopo l’ultima salita… ma tutto il male non vien per nuocere… se l’innominabile non si porta le sacche magari lo staccano in salita e poi in discesa sappiamo tutti quant’è imbranato… :-) mi piacerebbe proprio vederlo affondare… magari anche gambe all’aria in qualche scarpata… senza farsi troppo male… per carità! ma una scivolatina :-) se non l’avete capito gli voglio proprio tanto male al birillo che lo metterei in fondo a una pista da bowling e ci organizzerei un bel torneo… che goduria!
PS non me ne frega niente dell’essere o non essere sportivi quando si parla di Sua Bassezza.

Rispondi Segnala abuso
Mc Pernock 11 febbraio 2009 17:22

m’accodo al giudizio di Roberto .. aggiungerei di far scorta di pannoloni e lenzuola per i probabili problemi di fisico e di lacrime che potrebbe versare se lo lascian solo .. ma qualcosa s’inventeranno al momento .. sic

Rispondi Segnala abuso
Roberto 12 febbraio 2009 13:27

Mc Pernock ti sbagli… Sua Bassezza non piange mai… Sua Bassezza ha smesso il sorriso che aveva stampato solo durante la sua penitenza… ora lo ha già riacquistato in tutta la sua … come dire… genuinità? di certo non è una paresi facciale come pensavo prima della punizione… è proprio un bel sorriso che sarà in grado di mantenere durante tutta la stagione agonistica… magari i pannolini serviranno ad Auro? può essere?

Segnala abuso
Alex 11 aprile 2009 15:00

Non potevano nel nuovo percorso fare al posto di Pramartino il Colle delle Finestre?
Così la tappa sarebbe rimasta mitica…
e avremmo fatto uno sgarbo ai francesi che possono solo sognare una salita come quella!

Rispondi Segnala abuso
Seguici