Bradley Wiggins mostro a crono al Tour 2012, Nibali tiene, Froome c’è

Bradley Wiggins mostro a crono al Tour 2012, Nibali tiene, Froome c’è
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

cronometro bradley wiggins tour

Bradley Wiggins conferma il pronostico e si trasforma in mostro aerodinamico: completamente immobile in una posizione perfetta, mulina le gambe lunghe e secche per infliggere distacchi pesanti al termine degli oltre 40 chilometri contro il tempo della nona frazione del Tour de France 2012 con arrivo a Besancon. Si attendeva la prova di Cadel Evans e l’australiano ha leggermente deluso le aspettative perdendo più di quanto sarebbe stato in grado – al top delle condizioni – di perdere. Si seguiva con ansia tricolore la prestazione di Vincenzo Nibali e alla fine ci si può ritenere soddisfatti: d’altra parte ha dato pure un secondo a Denis Menchov, uno (ex) specialista contro il tic-tac. Ma soprattutto si è annuito all’arrivo di Chris Froome: il keniano bianco ha raccolto il secondo posto ed è salito al terzo della generale, proprio davanti a Nibali che ora dovrà marcarlo stretto per salire agli onori del podio a Parigi.

Il britannico Bradley Wiggins trionfa in maglia gialla sul terreno a lui più congeniale ossia contro il tempo: il capitano del Team Sky ha sfruttato i 41.5 chilometri verso Besancon per inaugurare la seconda settimana di gara con distacchi già importanti. Cadel Evans ha perso molto nella prima parte e ha limitato i danni nella seconda (alla fine è sesto a 1’47″), ma ora è già a 1’53″ dall’inglese. Vincenzo Nibali non ha pedalato male e con l’ottavo posto di giornata a 2’07″ scende però al quarto posto con 2’23″ da recuperare sull’inglese. Soprattutto, dovrà vedersela con un cliente scomodo come Chris Froome.

Il luogotenente di Wiggins sta lavorando senza risparmiarsi per favorire la vittoria del britannico, però può contare su una classe indiscussa e su uno stato di forma che lo fa volare a crono – oggi secondo e primo degli umani a 35″ e in classifica generale terzo a 2’07″ – oltre che in salita dove può permettersi il lusso di tirare come un forsennato per il capitano e poi di andare a vincere come successo al Trampolino delle Belle Ragazze sui Monti Vosgi. Sarebbe stato il principale rivale di Wiggins se non fosse stato nella stessa squadra.

Domani si osserverà il primo apprezzatissimo giorno di riposo per la carovana gialla che si sposterà verso le Alpi per affrontare la prima frazione impegnativa del passaggio vicino al confine con l’Italia. Mercoledì si riprenderà infatti con la decima tappa, con partenza da Macon e arrivo dopo 194.5 chilometri a Bellegarde sur Valserine dopo aver affrontato la Grand Colombiere (prima salita Hors-Categorie) e il più lieve Col de Richemond dopo il quale si aprirà una discesa tecnica fino al traguardo posto a 20 km circa, che potrebbe sorridere proprio al nostro Nibali.

521

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Lun 09/07/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici