Bradley Wiggins doma la maxi-crono, come da previsioni

Bradley Wiggins doma la maxi-crono, come da previsioni
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

wiggins crono tour 2012

Bradley Wiggins ha messo la parola fine al Tour de France 2012 andando a dominare la maxi-cronometro finale (da quanto tempo non si vedeva un’ora di prova contro il tempo?) e staccando ancora una volta l’ottimo gregario impertinente Chris Froome. Vincenzo Nibali consolida il terzo posto con una prova convincente e riesce così a salire sul podio di tutti e tre i grandi giri nazionali visto che ha vinto la Vuelta di Spagna ed è giunto terzo al Giro d’Italia. Domani sarà passerella finale a Parigi così da festeggiare il primo podio inglese. Di più: in un sol colpo la Gran Bretagna si prende il primo e il secondo posto visto che il keniano bianco Froome si aggiudicherà il secondo posto. Il trionfo Sky si completerà con la volata di Cavendish domani?

Bradley Wiggins ha vinto dunque la penultima tappa del Tour de France 2012 con un tempo di 1h04’13″, staccando il compagno di squadra Chris Froome di 1’16″ che a sua volta era riuscito a superare il sorprendente spagnolo Luis Leon Sanchez che dopo aver vinto una grande tappa in fuga si è piazzato sul podio di una prova contro il tempo. Quarta posta per lo slovacco Velits a 2’02″ davanti all’australiano Porte a 2’25″ che ha completato il quadro vittorioso del team britannico. Sesta posizione per lo specialista tedesco Gretsch a 2’28″. Delusione per Zabriskie solo 11esimo a 3’12″ mentre il nostro Oss si è piazzato al 14esimo posto a 3’27 secondi migliore degli italiani dato che Vincenzo Nibali è giunto 16esimo a 3’38″.

La classifica finale di questa sera sarà anche quella definitiva con Bradley Wiggins al primo posto con 3’21″ su Chris Froome, 6’19″ su Vincenzo Nibali, 10’15″ su Van den Broeck al quarto posto poi il primo dei giovani, l’americano Van Garderen a 11’04″ al sesto, lo spagnolo Zubeldia a 15’43″, l’australiano Cadel Evans a 15’51″ al settimo e il francese Rolland all’ottavo con 16’31″ poco davanti allo slovacco Janez Brajkovic a 16’38″. Chiude la top ten il promettente Pinot a 17’17″.

L’immagine della giornata è senza dubbio quella di Cadel Evans raggiunto e superato dal compagno di squadra Van Garderen ai -20 km. L’americano era partito 3 minuti dopo il capitano eppure l’ha raggiunto grazie al grande passo contro il tempo. L’australiano è sembrato più sconsolato che mai, è un vero peccato vederlo così ma purtroppo l’età è quella che è e il nuovo avanza. In generale, sta terminando un Tour dove vince il più forte sì, ma a cronometro.

495

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Sab 21/07/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici