Bennati vince il Toscana e critica Bettini

Bennati vince il Toscana e critica Bettini
  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

daniele bennati giro toscana

L’83esimo Giro della Toscana nel segno dei toscani: la partenza per Gino Bartali a Ponte a Ema, l’arrivo ad Arezzo nel ricordo di Franco Ballerini, la vittoria di Daniele Bennati e la “dedica” a Paolo Bettini reo di non avere convocato il velocista in Australia.

E’ un Daniele Bennati (Doimo-Liquigas) davvero infuriato quello che si è sfogato con la stampa dopo il successo – meritato e netto – in volata al Giro di Toscana 2010.

Non appena passato il traguardo dell’83esima edizione della storica corsa, quest’anno dedicata alla memoria dell’ex CT italiano Franco Ballerini, si è tolto tutti i sassolini nelle scarpe nei confronti di Paolo Bettini

Seconda posizione per Marcato della Vacansoleil, poi Fairly della Garmin. Bennati ha commentato la sua non-convocazione con un “Sono deluso, è ovvio, avrei potuto aiutare la squadra non sono un velocista puro“, e’ vero, lo ha dimostrato anche alla Vuelta NDR, poi l’aggiunta acida, evitabile anche se comprensibile “Domenica prossima dormirò e guarderò la replica quando mi alzerò“.

236

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Lun 27/09/2010 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Pisu.64
Pisu.64 28 settembre 2010 21:49

Fa bene Daniele Bennati a criticare… purtroppo…per lui… non è nelle grazie del grande bettini… quindi sarà difficile la strada dei mondiali per lui… e pensare che è un toscano… ma evidentemente non basta… è troppo semplice, troppo onesto, troppo religioso, troppo sincero … non ce la farà mai! Purtroppo è un ambientaccio! Ma non deve sminuirsi! Lui è un velocista puro e in certi momenti è stato il più puro al mondo… quindi… fanculo bettini… forza Daniele Bennati! Siamo ancora in tanti a credere in te!

Rispondi Segnala abuso
Seguici